Skip to content

The Future of Tourism between Online Booking and Sharing Economy

How could Airbnb strengthen its position

Airbnb has three founders, two of which are designers and not engineers as it is supposed to be. As we mentioned before, for Airbnb at the beginning of its story this represented a problem in terms of credibility in order to attract funds, but eventually it has been its fortune. One of the main characteristic of Airbnb is the incredible user-friendly approach and charming graphic.

Even at the first visit of the website, everything seems clear, business model is well explained, houses are perfectly described with lots of high quality photos, and the feeling is to have been there before. There is a kind familiarity thanks to the easy structure of the website, catching pictures are central, both in the desktop and mobile version. At the moment of the creation of the personal profile, the process becomes really engaging; forget about boring data entries and grey long forms, in Airbnb they help you build your host identity.

The first requirement is of course a personal picture, in which they ask for not putting a landscape “it is not so exiting to rent a home from a landscape” the recital says. Second step is amazing, they make the user create his own brand logo, they make the user think about the feeling he has when travelling and what values he wants to communicate when hosting. Then a kind of app opens and let the user select between different shapes, colours, in an ideas’ rich context. Even the less creative man on the world would be captivated by that process.

Airbnb put the user at the centre of the stage and give him a box of colourful crayons to sketch the man he wants to become by renting and travelling. It is more than moving for few money and earning a living by renting empty rooms. It is about rebuilding an identity, creating a brand with no boss telling the user what to do, it is about making people embrace the possibility to change their lives, starting from a rethinking of their values.

After that, the user is invited to consider the possibility to buy printed objects with the logo just created, like cups to serve breakfast to guests, or t-shirts to sleep, postmarks to keep in touch; the user is definitely involved in doing a marketing investment on himself. This is absolutely new comparing to OTAs, which only ask for the hotels’ money to get ranked in their pages, but which don’t invest in building a relationship with their clients. That is one of thinnest reasons why OTAs are perceived as “frenemies”, while Airbnb is beloved by its users, it is not just a matter of lower percentages on commissions. User experience and mobility are as important as customer service, to succeed in the marketplace.

Customer expectations are increasing, and competition is making advances quickly, desktop usage is reducing and customer loyalty is as good as the shopping experience otherwise a hard earned customer is lost forever. Airbnb has well learned this lesson, and as we mentioned before its mobile version is optimized. Travel business is not just about booking engines, but also about globalization, user experience, customer service, data security, travel content and trust.

One of the problem of Airbnb is the trust gaining, the fact that users don’t know each other and could be threaten. This is a big gap that can’t be defeated but can be limited by the entering of rules and assurances. Talking about assurances Airbnb has a roof of 1 million dollars for damages to the host, but this is not enough. If we look at the exceptions of the assurance, we notice that “missed earning” is not covered, “sexual harassment” and “terrorism” neither. One of the target to be improved is the enlargement of assurance at least to ensure safe payment.

Moreover more rules have to be applied to fiscal regulation and hygienic concerns, as already mentioned before. To the extent of creating trust, the main work as to be done to give assurance to host and guest, by empowering the role of trusted reviews and building direct links between the parts.

Questo brano è tratto dalla tesi:

The Future of Tourism between Online Booking and Sharing Economy

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Chiara Cenci
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze dell'economia
  Relatore: Francesca Negri
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 59

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

tourism
online booking
trend
ota
sharing economy
booking.com
airbnb
millenials
year 2016

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi