Skip to content

La Public Performance nel rapporto tra Fisco e Cittadino

Dalla carta al web: i canali e i servizi telematici per i contribuenti

In precedenza abbiamo già avuto modo di parlare dell’e-government come strumento di interazione continua tra cittadino ed amministrazione e attraverso il quale, egli ha la possibilità di partecipare attivamente ai processi di produzione pubblica; in tal senso, l'Agenzia delle Entrate ha da diversi anni attivato una serie di canali telematici, con o senza registrazione; destinati ai contribuenti, persone fisiche o giuridiche, ai professionisti iscritti negli appositi albi e ai Centri Autorizzati di Assistenza Fiscale (C.A.F.) attraverso i quali assolvere ai principali adempimenti in materia fiscale, creando quello che è comunemente definito lo sportello telematico dell'agenzia.

Tra i servizi senza registrazione, ai quali cioè è consentito accedere dal sito istituzionale dell'agenzia e senza richiedere il rilascio di apposite chiavi di accesso, PIN o codici identificativi, si ricordano quelli afferenti:
- Il calcolo del bollo auto, dell'addizionale erariale (super bollo) e il controllo dei relativi pagamenti effettuati;
- Il calcolo delle rate per i pagamenti dilazionati su importi provenienti dai controlli automatizzati e formali delle dichiarazioni fiscali (art. 36bis e 36ter del DPR n° 600/73);
- Le richieste di duplicato della Tessera Sanitaria e Codice Fiscale;
- La verifica dei Codici Fiscali o delle Partite IVA;

Il nuovo “Redditest” consistente in un software scaricabile dall'apposita sezione che consente ai contribuenti di valutare la coerenza tra reddito famigliare e spese sostenute nell'anno e suddivise in sette categorie o voci. I dati inseriti dall'utente, si legge nella scheda informativa, possono essere salvati e stampati e rimarranno residenti solo sul Pc dell'utente e senza lasciare alcuna traccia sul web.

Tra i servizi con registrazione, per i quali cioè l'accesso è subordinato al rilascio, da parte dell'Ufficio Territoriale di appartenenza, di un PIN, ovvero, di una user-id e una password previa stipula di apposita convenzione con l'utente, ricordiamo i canali telematici “Fisconline” e “Entratel”; al primo canale possono accedere tutti i contribuenti, ivi inclusi i cittadini italiani residenti all'estero, non obbligati alla presentazione della dichiarazione dei sostituti d'imposta per più di venti soggetti (ci riferiamo alle imprese con dipendenti o che hanno usufruito, nell'anno di imposta precedente a quello della dichiarazione, prestazioni rese da liberi professionisti o altri soggetti nell'esercizio di attività di lavoro autonomo occasionale) e che comunque non siano già abilitati al servizio telematico “Entratel”. L'abilitazione può essere ottenuta direttamente online compilando un modulo di richiesta generato dal sito e col quale il richiedente otterrà immediatamente le prime quattro cifre del proprio codice di identificazione personale e, entro quindi giorni, la restante parte del codice (ultime sei cifre) verrà recapitata al medesimo presso il proprio domicilio.
In alternativa la richiesta può essere presentata, previa stampa del modulo di richiesta cartaceo disponibile sul sito, presso il front-office del proprio Ufficio territoriale di appartenenza.

Il canale telematico “Entratel” invece, è prettamente destinato a soggetti quali:
- I contribuenti, le società e gli enti che devono presentare la dichiarazione dei sostituti d'imposta (modello 770) per più di venti soggetti;
- Gli intermediari (professionisti del settore tributario, CAF e associazioni di categoria) per la presentazione telematica delle dichiarazioni;
- Poste Italiane S.p.A. per le proprie dichiarazioni e per quelle presentate, secondo la normativa vigente, dai contribuenti agli sportelli;
- Le società che trasmettono per conto delle società del gruppo cui fanno parte;
- Le Amministrazioni dello Stato.
- Gli intermediari e soggetti delegati per la registrazione telematica dei contratti di locazione e di affitto immobili.

E' possibile accedere al canale “Entratel” utilizzando una user-id ed una password rilasciate dall'Ufficio territoriale o dalla Direzione regionale della regione nella quale ricade il domicilio dell'interessato. Tra i servizi messi a disposizione da tali canali si ricordano:
* il Cassetto Fiscale, tramite il quale è possibile accedere alla consultazione della propria posizione fiscale (dati anagrafici, dati delle dichiarazioni, atti del registro e dichiarazioni patrimoniali, dati di condono e concordati, istanze di rimborso presentate e relativo stato di avanzamento) e pagamenti effettuati con Modelli F23 ed F24. I professionisti abilitati al servizio Entratel, in particolare, possono consultare anche le posizioni fiscali dei propri clienti, purché muniti di apposita delega conferita dai clienti stessi;
* il CIVIS e il CIVIS-PEC con i quali è possibile ottenere assistenza sulle comunicazioni di irregolarità e sulle cartelle di pagamento. Il contribuente o il professionista possono procedere anche alla definizione o all'annullamento delle stesse mediante invio di documentazione a sostegno della richiesta;
* l’invio delle dichiarazioni fiscali 730, UNICO e altre dichiarazioni;
* la registrazione di contratti di locazione tramite i software Siria Web, Iris Web e Locazioni Web;
* l’effettuazione di versamenti con Mod. F24 (F24 web);
* l’accesso ai Servizi Catastali.

Gli intermediari abilitati all'utilizzo del canale Entratel in particolare, hanno la possibilità di reperire e scaricare, previa autenticazione, direttamente dal sito http://telematici.agenziaentrate.gov.it/ i software per la compilazione ed il controllo della documentazione da trasmettere tramite lo sportello telematico a ciò preposto; i suddetti software sono sviluppati dalla SOGEI, società di Information & Communication Technology del MEF, alla quale si deve la creazione del Sistema Informativo della Fiscalità secondo il modello dell’in house providing o gestione in proprio, nonché la creazione dell'Anagrafe Tributaria.

Questo brano è tratto dalla tesi:

La Public Performance nel rapporto tra Fisco e Cittadino

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Cesare Gennari
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Lecce
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Carmine Viola
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 120

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

management pubblico
fisco
pubblica amministrazione
agenzia delle entrate

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi