Skip to content

La PET/RM: una nuova macchina ibrida, principi tecnici.

Imaging Ibrido con PET/RM

La co-registrazione dei set di dati acquisiti in due momenti differenti può essere inesatta a causa del riposizionamento del paziente e delle differenze tra i dispositivi di supporto-paziente negli scanner PET o RM. In linea di principio, l’acquisizione simultanea di PET e RM garantisce una perfetta registrazione spaziale e temporale. Da un punto di vista tecnico l’acquisizione simultanea di PET e RM presenta evidenti vantaggi,risulta però evidente che lo sviluppo integrato della PET/RM è molto più complesso rispetto al caso della PET/TC.
Inoltre, diversamente dalle scansioni TC, risulta evidente che la RM offre delle scansioni aventi una risoluzione più elevata e una migliore differenziazione dei tessuti su specifiche zone del corpo.

Sebbene le applicazioni cliniche tomografiche della PET/TC siano evidenti e hanno completamente sostituito la PET in oncologia, le applicazioni cliniche della PET/RM non sono attualmente ben definite. Ciò è dovuto alla mancanza di dati clinici, poiché le caratteristiche della tecnologia RM/PET sono tuttora in via di sviluppo.
I problemi non ancora risolti sono di tipo tecnico e riguardano la possibilità di ottenere mappe di correzione per l’attenuazione PET(AC), o relativi all’ incompatibilità della bobina di superficie metallica della RM nel campo di vista della PET e,in secondo luogo,i flussi di lavoro adeguati per gli esami di questo tipo.

Ad oggi, alcuni sistemi installati in tutto il mondo cominciano ad avere un numero ragionevole di dati clinici. I risultati preliminari suggeriscono che in oncologia, gli esami combinati PET / RM possono avere vantaggi rispetto a quelli PET / TC nell'imaging della testa e del collo.[Gustav K. von Schulthess, Felix Pierre Kuhn, Philipp Kaufmann, Patrick Veit-Haibach (2013)]

Nell'imaging del fegato, le lesioni visibili con la PET,risultano essere maggiormente identificabili con la fusione di immagini ottenute con RM,piuttosto che con la TC, ma questo non significa che la PET / RM sia migliore alla PET / TC anche se,in alcune impostazioni della PET/TC in cui c'è bisogno di un contrasto aumentato per la diagnosi, nella PET/RM lo stesso risultato può essere ottenuto senza mezzo di contrasto.

Inoltre la PET / TC non ha praticamente alcun ruolo nell'imaging del cervello,e questo può essere un settore importante per la PET / RM, in particolare nell'imaging della demenza.
Il ruolo della PET / RM in cardiologia è ancora indefinito, e servono ancora molte ricerche per comprenderlo del tutto.
A questo punto, non è chiaro in cosa la simultaneità offerta da una PET / RM completamente integrata sia realmente necessaria,dato che,ai fini diagnostici, potrebbero essere appropriate anche l'acquisizione di dati sequenziali su sistemi separati e la successiva fusione di immagini in software consecutivi.

Con l'aumento dell'installazione su scala mondiale di tali macchine ibride, i dati clinici saranno visibili da tutti e quindi si definirà più chiaramente il rapporto qualità-prezzo della PET/RM. [Gustav K. von Schulthess, Felix Pierre Kuhn, Philipp Kaufmann, Patrick Veit-Haibach (2013)]

La PET / RM è stata sperimentata per più di 20 anni. Il lungo periodo intercorso prima che questa modalità di imaging potesse essere installata all'interno delle cliniche ha a che fare con ostacoli tecnici e pratici che l'applicazione clinica della PET/RM deve affrontare. Clinicamente, la PET / RM ambisce ad essere inserita in un campo in cui la PET/TC ha dimostrato la sua capacità clinica in migliaia di pubblicazioni e milioni di esami clinici in tutto il mondo. A causa della relativa facilità della tecnologia di produrre scanner PET/TC ,questi sono presenti nei reparti di Medicina Nucleare già dal 2001. Da quel momento l’integrazione clinica dell'imaging di PET e TC ha prodotto molti dati che ci danno un’idea dell’efficacia di questa macchina ibrida.

Questi dati però hanno reso possibile identificare sia i punti di forza che di debolezza della PET/TC, che si auspica,in un futuro prossimo,di poter superare con l’evoluzione della PET/RM. Al contrario invece, le sfide tecniche nell'attuare la PET/RM dimostrano chiaramente le sue gravi carenze.
La PET/TC fornisce una correlazione anatomo-funzionale, con conseguente aumento della sensibilità e della specificità, della correzione per l’attenuazione, e della produttività. Se questa sinergia possa essere raggiunta o meno con l'RM rimane da dimostrare.

Questo brano è tratto dalla tesi:

La PET/RM: una nuova macchina ibrida, principi tecnici.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Salvatore Andrea Merlino
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Tecniche di Radiologia
  Relatore: Orazio Schillaci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 70

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

pet
risonanza magnetica
tumori
medicina nucleare
radiologia
radiofarmaci
rm
pet/rm
macchine ibride
radiodiagnostica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi