Skip to content

Possibile impatto di un massimo sismico in una città monumento. Analisi e individuazione delle aree di immediata emergenza e assistenza per la popolazione del Comune di Siena

Analisi delle aree dell’attuale Piano di Protezione Civile Intercomunale

Dall'analisi speditiva effettuata sulle aree di emergenza indicate nel piano, avvalendosi delle "schede di caratterizzazione delle aree di emergenza - Allegato 4 -" (figura 11.1), si evidenzia una sostanziale idoneità degli spazi individuati come AREE IDONEE AL RICOVERO DELLA POPOLAZIONE, totalizzando un "indice di Idoneità finale" I.id > di 0,475, fatto specie per alcune aree che per le loro caratteristiche di posizione non rappresenterebbero idonee sistemazioni per la popolazione , altre che sono indicate per molteplici usi nel piano, altre che sono in contrasto parzialmente con quanto suggerito nei manuali tecnici e linee guida divulgate dal DPC e approvati con Dec. N° 1243 del 24 marzo 2005 del Capo del DPC.

Nell'attuale piano di PC Intercomunale, si riscontrano anche delle denominazioni non coerenti della tipologia di aree da quanto previsto dalle normative Regionali e Nazionali, in particolare per quanto riguarda le aree:
• Area AE2 Parcheggio Palasport Mens Sana – Via A.Sclavo
• Area AA2 Palestra e piazzali "Mens Sana"
• Area CM1 Parcheggi scoperto "Mens Sana"

L'area del Palasport, è un'area di proprietà Comunale in gestione alla società Polisportiva Mens Sana 1871 e vi sono presenti numerosi spazi adibiti a parcheggi, aree coperte, palestre e infrastrutture omologate per ospitare pubblico e servizi necessari allo svolgimento del Campionato Nazionale di Basket di serie A1.
Tale area riveste notevole importanza nel sistema della gestione delle emergenze per il comune di Siena, in quanto la sua posizione a ridosso delle vie di comunicazione stradali e ferroviaria ne fanno un punto strategico per l'ammassamento dei soccorsi e per lo stoccaggio dei materiali provenienti dalle direttrici NORD della città e un buon punto di atterraggio per velivoli ad ala rotante.
Non rappresenta, invece, una scelta ottimale (ma comunque praticabile in casi estremi) per il ricovero temporaneo della popolazione , come indicato nel piano, perché il campo ospiti andrebbe ad interferire con il pesante utilizzo logistico che questo spazio dovrebbe ricoprire, con notevoli disagi per la popolazione.
Non può neppure essere considerata una Aree di attesa della popolazione o "meeting point" , chiamate nel piano intercomunale "Area di Raccolta della Popolazione" (indicata in tabella 11.1 con codice AA2), perché ubicata abbastanza lontano dai nuclei abitati ad alta densità.
Per le poche abitazioni presenti nella Via Achille Scavo, sono state individuate Aree di Attesa idonee nella stessa via e con breve percorrenza pedonale.
Le superfici coperte, rappresentate da 2 palazzetti dello sport, uno omologato per la serie A1 e con requisiti antisismici, ed infrastrutture, l'altro per le serie minori e altri tensostrutture coperte esistente, ne fanno un ottima locazione per Area di Ammassamento Soccorritori e Punti di Accesso delle Risorse senza dover montare strutture campali per il ricovero degli operatori.

Se ne deduce, che l'utilizzo ottimale per questa area sarà un'area polivalente nella parte Nord del territorio comunale da destinare a:
Aree di ammassamento soccorritori e risorse
Punti di accesso delle risorse,
Zone di atterraggio in emergenza,

• Area AE4 Parcheggio Bus Turistici Via Pescaia
L'area del parcheggio dei bus turistici di Via Pescaia, chiamato dai senesi il "fagiolone", è un'area comunale gestita dalla società municipalizzata Siena Parcheggi s.p.a. e rappresenta il principale dei due checkpoint e stazionamento per i bus turistici in arrivo a Siena.
La sua ubicazione all'interno di una depressione valliva contornata da una strada a scorrimento veloce urbana di 2 corsie sul lato DX e due sul lato SX fanno si che non sia assolutamente idonea ad area di ricovero temporaneo della popolazione, come indicato nel piano, perché situata in una zona "scollegata" dal tessuto urbano e soprattutto con forte impatto acustico, sia giornaliero sia notturno. La strada di Via Pescaia, infatti, rappresenterebbe anche nelle fasi dell'emergenza e in quelle di continuità lavorativa, sociale e di ripristino della normalità, l'unico accesso SUD della città alle vie di comunicazione principali.

Destinando tale area ad area di ricovero per la popolazione, si perderebbe inoltre un'importante superficie in prossimità della rete viaria e della cinta muraria del centro storico, progettata e costruita per la movimentazione e il parcheggio dei mezzi di grandi dimensioni come lo sono i bus turistici, con una ottima viabilità interna (entrata e uscita ai due estremi longitudinali dell'area, illuminazione, sorveglianza, svincoli viari.)
Se ne deduce, che l'utilizzo ottimale per questa area sarà un'area polivalente nella parte Sud del nucleo urbano comunale da destinare a:
Aree di ammassamento soccorritori e risorse
Punti di accesso delle risorse,
inoltre, destinando tale area agli usi indicati sopra e non ad abitativo temporaneo in emergenza, si otterrà anche il vantaggio di un veloce ripristino dell'area allo stato d'uso iniziale, fondamentale per il ripristino e la gestione dei flussi turistica fondamentali per l'economia cittadina.
• Area AE9 Impianti sportivi Acquacalda
• Area AA5 Impianti Sportivi Acquacalda

Anche tale area, situata a ridosso della periferia nord del territorio comunale di Siena e confinante con il territorio del comune di Monteriggioni, rappresenta ed ha rappresentato in un passato recente, un nodo strategico per la gestione di qualunque tipologia di eventi emergenziali accaduti nel territorio comunale.
Fondamentale è stato il ruolo di questa area e delle sue infrastrutture durante le emergenze traffico legate alle precipitazioni nevose dell'anno 2012, che con la sua posizione baricentrale rispetto alla tangenziale Ovest di Siena e ai raccordi stradali Siena-Firenze e Siena Grosseto è e stata un'efficace area di assistenza e soccorso agli automobilisti bloccati dalla neve lungo queste arterie stradali.
Meno idonea è la sua identificazione nell'attuale piano di PC, come area di RACCOLTA PER LA POPOLAZIONE (Aree di Attesa), non perché siano carenti i requisiti fondamentali, ma semplicemente per il fatto il suo percorso pedonale di accesso è subordinato all'attraversamento degli svincoli stradali ad alto traffico e la sua posizione non baricentrale, si trova ai margini estremi dell'abitato afferente a tale area.

Se ne deduce, che l'utilizzo ottimale per questa area sarà un'area polivalente di notevole rilievo nella parte NORD-OVEST del nucleo urbano comunale da destinare a
Aree e centri di assistenza della popolazione
Aree di ammassamento soccorritori e risorse
Punti di accesso delle risorse,
Zone di atterraggio in emergenza

Si prevede pertanto, con il presente elaborato di individuare delle apposite Aree di Attesa della popolazione o "meeting point", in posizioni baricentriche rispetto all'abitato dei quartieri periferici nord di Acquacalda e Petriccio in modo che siano immediatamente raggiungibili dalla popolazione con percorsi pedonali sicuri, in modo da non interferire con le operazioni logistiche dell'area degli impianti sportivi di Acquacalda. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Possibile impatto di un massimo sismico in una città monumento. Analisi e individuazione delle aree di immediata emergenza e assistenza per la popolazione del Comune di Siena

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Roberto Panterani
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Attività di Protezione Civile
  Relatore: Massimo La Pietra
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 123

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

popolazione
protezione civile
comune di siena
rischio sismico
senzatetto
massimo sismico
città medievale
aree di emergenza
danneggiamenti
città monumento

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi