Skip to content

La sottotitolazione in inglese per non udenti

Emotive Captioning and access to Television

Ricercatori dell'Università di Cambridge, in collaborazione con Red, Green and Blue Co. - una società multimediale - hanno prodotto un DVD-ROM dal titolo Mind Reading: the Interactive Guide to Emotions, la prima enciclopedia delle emozioni al mondo. (S Baron-Cohen, J Hill, O Golan, S Wheelwright, 2006). Questa ricerca ha definito 412 emozioni, che possono essere suddivise in 24 gruppi. Il lavoro qui riportato ha utilizzato tali gruppi per l'attuazione del sistema di sottotitolazione emotiva.

Nello scritto Emotive Captioning and access to Television, (Fels et al., 2005) si è studiato l'uso di didascalie grafiche per visualizzare le emozioni in contrasto con il lavoro qui riportato che ha usato i colori, i font e le dimensioni del testo. I risultati del sistema sono stati accolti con una reazione mista da parte dei tester sordi e con problemi di udito. Inizialmente, nessuno dei due gruppi avevano avuto una reazione positiva all'uso dei colori, ma dopo un'ulteriore visione molti dei soggetti con problemi di udito, nel complesso, hanno pensato che il colore desse più valore al filmato. Gli utenti sordi però, non hanno apprezzato questa alternativa; anche se, come avevano dichiarato in precedenza, le didascalie convenzionali omettono informazioni emotive, non hanno trovato l'impiego del colore accettabile a meno che non fosse parte del testo stesso.

Il processo
Il modello di sottotitoli che è stato sviluppato per le didascalie emotive coinvolge due aspetti importanti:
1) utilizzo della grafica per rappresentare emozioni ed effetti sonori;
2) collaborare con il team di produzione per progettare e implementare le didascalie grafiche.

Questi sono stati applicati a segmenti di un minuto e mezzo di due diversi sketch televisivi, chiamati Burnt Toast: Forever and Ever e Traffic Jammed. Ogni segmento mostra due aspetti comici delle relazioni. Ad esempio, Traffic Jamed mostra una relazione fittizia immaginata da due individui bloccati nel traffico. Una delle difficoltà con l'utilizzo dei grafici per trasmettere informazioni riguardo l'audio è decidere quali informazioni trasmettere, come meglio convogliarle e selezionare la grafica più appropriata. Il processo di creazione delle didascalie diventa così un esercizio di interpretazione piuttosto che la traduzione parola per parola.

Si è deciso di semplificare il vocabolario delle emozioni ed il processo di identificazione delle stesse. Lo studio effettuato sulle emozioni e sulla ricerca di un gruppo condiviso dalla maggioranza è stato considerevole, ed Acton (1998) ne fornisce un'eccellente recensione. Si è deciso di iniziare con sei emozioni che sembrano essere le più comuni nei risultati della ricerca: paura, rabbia, tristezza, felicità, disgusto e sorpresa. Su richiesta del direttore creativo, due ulteriori categorie, seducente ed innamorato, sono stati aggiunte. Ognuna di queste emozioni può essere classificata in base ad un livello d'intensità da uno a cinque.

Uno strumento, il Caption Markup (disponibile per il download all'indirizzo www.ryerson.ca/clt), è stato ideato per permettere al team creativo di contrassegnare gli script con le diverse emozioni e le loro intensità. La sua funzione principale è quella di visualizzare un file di testo (.txt, rtf) che possa poi essere "etichettato" dagli utenti. Ogni membro del team creativo (direttore, librettista e sceneggiatore) ha segnato lo script con la propria interpretazione riguardo alle caratteristiche emotive dello spettacolo. Una volta segnati gli script, il file è stato importato nel motore di rendering sviluppato per questo progetto.

La principale funzione del motore di rendering è quella di creare automaticamente didascalie grafiche a comparsa utilizzando file di immagini pre-impostati che sono associati ad ogni variazione delle diverse emozioni. Le didascalie possono essere modificate utilizzando semplicemente l'immagine ed il testo (ad esempio, lo stile del carattere, la dimensione, ed il colore) attraverso strumenti inclusi nel motore di rendering. Una volta prodotte le didascalie per ogni segmento, un pubblico di non udenti e con problemi di udito ha valutato le scenette a paragone con la versione con i sottotitoli convenzionali.

Questo brano è tratto dalla tesi:

La sottotitolazione in inglese per non udenti

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Susanna Cohen
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Enrico Grazzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 116

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi