Skip to content

Le Allucinazioni Uditive: aspetti teorici e l'esperienza di un gruppo di auto mutuo aiuto in un CSM Romano

Gli “Uditori”

Gli uditori di Voci che negli anni hanno partecipato al gruppo sono stati 25; attualmente esso comprende dieci partecipanti di età compresa tra i 32 e i 60 anni, alcuni dei quali ne sono entrati a far parte fin dal 2012 e gli ultimi due entrati alla fine del 2015. Di questi l’85% ha una diagnosi di psicosi dello spettro schizofrenico, gli altri rispondono ad una diagnosi di disturbo bipolare con sintomi psicotici.

Ciascun incontro inizia con una domanda da parte di uno dei due facilitatori, da cui prende avvio la discussione ed è: ”Come è andata con le Voci durante queste due settimane? Cosa hanno detto le Voci ?”.

Come già detto, il gruppo si muove al di fuori di quelli che sono i ruoli di ogni individuo, poiché all'interno di esso si è tutti uguali e ci si dirige verso uno stesso obiettivo: la recovery. É un gruppo eterogeneo ed aperto a tutti, che ridefinisce e delinea la propria identità ogni volta che entra un nuovo membro. Si muove al di fuori delle categorie e della diagnosi. La scelta di inserire nuovi membri viene sempre condivisa con il gruppo, nel momento in cui gli operatori ritengano che si è raggiunto un sufficiente senso di appartenenza e di competenza nel trattare il fenomeno delle allucinazioni uditive, all’interno di una relazione di auto-mutuo-aiuto.

Gli strumenti e le tecniche utilizzate durante gli incontri sono stati:
-la mappatura delle voci: all’ingresso di ogni partecipante viene condotta una intervista volta a delineare le caratteristiche delle Voci (ad esempio quando è avvenuto lo scompenso, qual è stata la prima Voce, quante sono, che età hanno, qual è il sesso delle Voci, qual è quella dominante…)
-le strategie di fronteggiamento delle voci
-gli esercizi (simulate, role playing...) volti a creare/rafforzare l'unione tra i partecipanti e il senso di appartenenza
-alcuni esercizi fisici volti al rilassamento al termine di ogni incontro

L’obiettivo dei partecipanti è quello di essere un gruppo e la percezione comune è quella di poter evadere dalla condizione di isolamento in cui spesso si è inseriti, di poter sperare in una qualità migliore di vita. Nel gruppo si cerca di normalizzare l'esperienza comune attraverso la condivisone con tutti i membri delle proprie esperienza, non sottoponendo nessuno a giudizio e non attribuendo loro nessuno stigma; inoltre all'interno del gruppo si trovano amici, alleati, persone di cui potersi fidare. Questo aiuta a ridurre l'ansia causata dalle voci e a trovare la giusta spinta per poterle fronteggiare.

Aspetto ancora più rilevante è quello della accettazione, in alcuni casi, della presenza delle Voci nella propria vita, iniziando a considerarle come parte di sé e della propria persona. L’uditore di voce, in questo processo di crescita personale, può essere in grado di riconoscere le proprie potenzialità, le proprie risorse e competenze, riuscendo a sfidare il potere delle voci, iniziando a conoscere la propria esperienza e a convivere con essa. Tutti i partecipanti dichiarano di ricevere un forte sostegno da questo tipo di trattamento, sentono ridotto il senso di isolamento, sentono di potersi esprimere liberamente e di ricevere un aiuto emotivo ed operativo dal gruppo.

Tutti hanno registrato quantomeno una riduzione della frequenza e dell’intensità disturbante del fenomeno allucinatorio, si sentono meno destabilizzati da questa esperienza e più in grado di padroneggiare la propria mente e i propri comportamenti. L’umore, l’adattamento e la progettualità sono significativamente migliorati, l’assunzione della terapia regolare così come l’aderenza al progetto terapeutico. L’avvenuto controllo sulle voci ha determinato una minore necessità di ricorrere alla malattia per coloro che sono inseriti in una attività lavorativa, diminuendo i giorni di assenza. Un solo paziente ha ricevuto un ricovero in ambiente psichiatrico nell’agosto del 2014.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Le Allucinazioni Uditive: aspetti teorici e l'esperienza di un gruppo di auto mutuo aiuto in un CSM Romano

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Zaira Bandiera
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale
Anno: 2016
Docente/Relatore: Antonio Fenelli
Istituito da: Associazione di Psicologia Cognitiva Roma
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 21

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

psicoterapia
psicosi
schizofrenia
allucinazioni
psicoterapia cognitiva
voci
gruppi di auto-mutuo aiuto
centro di salute mentale
post-razionalismo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi