Skip to content

Effetti emodinamici di una tecnica osteopatica specifica, condotta attraverso l'onda di polso arteriosa, applicata alle principali arterie degli arti inferiori. Uno studio randomizzato, controllato

Modello d’onda

Questa idea deriva dall'osservazione che il corpo è influenzato nei suoi parametri vitali da ritmi involontari e volontari. Stefan Emerich, nel suo articolo “Potential Energy and the Body Electric” (2013) esplora il tema del dei ritmi in un contesto bio-fisiologico sociale, ove l'importanza del ritmo si rivolge ai meccanismi bioregolatori della fisiologia interna ma anche agli usi sociali come elementi di bio-regolazione dei gruppi umani attraverso l'elemento culturale, citando in particolare un libro di Lefebre (2004).
In riferimento alla letteratura scientifica medica sono note le influenze del ritmo cardiaco, delle onde cerebrali e del respiro toraco-addominale. Un lavoro interessante di Meredith et al (2012), mostra come si stiano sviluppando metodi attraverso nuove tecnologie per misurare la variabilità della frequenza respiratoria in relazione a quella cardiaca al posto del tradizionale elettrocardiogramma ECG. In un altro articolo in cui si analizza il rapporto tra stress e misure all'elettro-encefalo-gramma EEG, si evidenzia dai risultati, la correlazione tra misure EEG ed ECG in pazienti sottoposti a stress (Seo and Lee , 2010).

Conseguentemente possiamo affermare che le relazioni psico-fisiologiche sono primariamente interessate nella regolazione ritmica e nella performance dei sistemi biologici. Ne è testimonianza un importante lavoro di McCraty et al (2009). Anche se ancora non vi sono sufficienti evidenze della correlazione tra cognizione e stiffness arterioso - che porta ad un aumento della velocità di trasmissione dell'onda di polso (Elias et al, 2009). L’onda sfigmica è in relazione alla rigidità arteriosa, alla frequenza cardiaca e alla gittata cardiaca. Questo la rende un valore d'onda in continuo rapporto con tutto il sistema vasale, con il sistema nervoso in periferia e nel midollo spinale e con il sistema fasciale.

L'onda sfigmica è legata ai parametri di frequenza, GC e RPT, RV, PL ed AL secondo le leggi di Franck Starling e Hagen- Poiseuille. (Agnati 2000) E’ importante rimarcare che il RV e le RPT e AL dipendono in diversa misura dal ritorno venoso, il quale grazie al sistema interconnesso delle fasce superficiali, medie e profonde (Bhattacharya et al, 2010) chiama gerarchicamente l’azione del network venoso degli AAII come strumento importante per il ritorno venoso di tutto il sistema vascolare (Gianesini e Zamboni (2014).

Questi valori sono legati ad una variabilità di fenomeni fisiologici; il modello neurofasciagenico (Tozzi et al, 2015), individua nella struttura neurofasciale un terreno probabile di regolazione funzionale e disfunzionale del sistema. L'idea secondo la quale l'onda stessa possa essere un fattore di regolazione della circolazione arteriosa e di altri meccanismi di autoregolazione dell'organismo riveste una posizione di primo interesse. (Massin et al, 2000). Si è pertanto cercato di verificare questa ipotesi nel presente studio.

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Ghedina
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2015-16
  Università: Dresden International University
  Facoltà: Osteopatia
  Corso: Osteopatia
  Relatore: Chiara Venturi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 77

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

pulse wave
arterial stiffness
rhythmic impulse
manual pulse diagnosis
heart pulse
osteopathic medicine
osteopathic manual treatment
arterial tree

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi