Skip to content

Binomio mente-corpo nello sport: per un benessere psico-fisico

Psicologia Positiva applicata allo Sport

Negli ultimi anni gli studiosi si sono concentrati sullo studio del benessere soggettivo, dando vita a un nuovo movimento quello della psicologia positiva.
- Perchè applicare la psicologia positiva allo sport?

Innanzitutto, è utile chiarire cos'è e di cosa si occupa la psicologia positiva. Martin Seligman e Mihaly Csiksentmihaly, possiamo definirli i padri fondatori di questa nuova branca, essi hanno concretamente affermato “la possibilità di una psicologia focalizzata sulla positività dell'esperienza soggettiva,dei tratti individuali e delle virtù sociali”.

Questa virata al positivo è molto importante dal mio punto di vista, perchè negli anni precedenti si è sempre data importanza agli aspetti negativi cioè quegli che vanno a ridurre rallentare e peggiorare la performance e il benessere degli individui. Quindi la psicologia positiva considera il benessere dell'atleta come un fattore decisivo per una performance eccellente, non riferendosi solo al risultato ma ai vari aspetti che condizionano l'esperienza sportiva come fattori motivazionali, emotivi e valoriali. Perciò la virata mira appunto a valorizzare i vissuti psicologici del benessere dell'atleta e indagare gli effetti della preparazione mentale se favorisce o meno il potenziamento del soggetto.

Il risultato finale deve essere un individuo che abbia più consapevolezza delle sue risorse in modo che si adatti al meglio al contesto sportivo vivendolo come un esperienza positiva, di crescita sia fisica che personale.
Ma lo stesso sport o attività fisica può influire negativamente sulle nostre condizioni di benessere? Nello sport sia in contesti di allenamento sia competitivi possiamo imbatterci in situazioni negative come perdere una sfida non riuscire a raggiungere performance alla nostra portata, non riuscire ad eseguire nuovi elementi, apprendere nuove abilità o rimanere infortunati per un periodo più o meno lungo il quale può costringere a stare lontano dalle attività. Sono tutti episodi che vanno a condizionare la sfera emozionale del soggetto, andando ad influire negativamente sul senso di auto-efficacia e sull'autostima facendo perdere progressivamente fiducia in sé stessi e motivazione nel perseguire nuovi successi. Ed è proprio quando ti ritrovi in un circolo vizioso di esperienze negative che bisogna intervenire con un processo integrato che non miri soltanto al miglioramento delle abilità fisiche e delle capacità tecniche ma che vada a migliorare l'aspetto psicologico, cioè un individuo che incrementi la forza mentale ritrovando dentro di sé le risorse e le strategie migliori per esprimere al meglio il suo potenziale, possiamo fare ciò con i diversi metodi di allenamento delle abilità mentali che saranno approfonditi nella terza parte.

Dunque dopo questo excursus, possiamo affermare quanto siano importanti le nostre stesse emozioni e quanto esse possano condizionare i meandri sia fisici che psichici degli individui; è per questo che ho voluto approfondire gli aspetti della psicologia positiva, e gli aspetti del funzionamento ottimale insieme all'uso di emozioni positive, che legate sia allo sport sia ai vari ambiti della vita quotidiana, possono instaurare un circolo vizioso che innesca altre esperienze positive.
Per concludere questa digressione sugli aspetti positivi e su come l'attività fisica possa essere influenzata da esse in un percorso reversibile, vorrei soffermarmi su uno dei risultati più significativi della psicologia positiva, cioè il concetto di “flow” e come esso può essere associato alla performance sportiva e come da questo costrutto si possa dare avvio ad un programma di preparazione mentale, volto a favorire il miglioramento delle performance sportive e come trasportare gli elementi appresi nell'ottica sportiva, nei diversi ambiti della vita.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Binomio mente-corpo nello sport: per un benessere psico-fisico

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Gianfranco Summa
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Urbino
  Facoltà: Scienze Motorie
  Corso: Scienze delle attività motorie e sportive
  Relatore: Roberto Bensi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 25

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

goal setting
psicologia dello sport
flow
imagery
psicologia positiva
abilità mentali
flow state scale
peak performance

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi