Skip to content

Umorismo e Benessere Psicologico

Effetti benefici della risata

È ormai comunemente noto che ridere abbia proprietà benefiche per la salute (Martin, 2001). Si ritiene infatti che la risata possa essere efficace nella gestione dello stress e che influisca sui meccanismi implicati nella produzione e nel rilascio di endorfine e nella regolazione fisiologica del piacere (Pietrantoni & Dionigi, 2006).

Sembra inoltre che il riso abbassi la percezione del dolore, innalzando la soglia di sopportazione: ciò può essere dovuto all'effetto della vasocostrizione periferica, la quale riduce la sensibilità dei ricettori cutanei e di conseguenza la percezione del dolore stessa (Fata, 2002). Alla risata sembra collegata anche la produzione e rilascio di beta-endorfine, ormoni dall'effetto analgesico, calmante ed euforizzante prodotti nell'encefalo (Lallai, 2014).

L'interesse per gli effetti benefici della risata è stato vivacizzato in particolar modo a partire dalla pubblicazione dell'articolo Anatomy of an illness (1976) a opera di Norman Cousins, nel quale Cousins stesso racconta la sua guarigione dalla spondilite anchilosante, una malattia che colpisce i tessuti connettivi delle articolazioni, grazie semplicemente all'effetto della risata e a della vitamina C (Martin, 2001); a riguardo esistono tuttavia molte controversie: non si può stabilire con certezza se la guarigione di Cousins sia da attribuire alla risata o alla massiccia dose di vitamina C che assumeva quotidianamente, o ancora a dei fattori senza nessuna connessione con i precedenti, o a un errore di diagnosi in primo luogo.

Ciò che non si può negare è che le ricerche negli anni successivi alla pubblicazione dell'articolo abbiano cercato, e tuttora cerchino, supporto empirico per verificare la correlazione tra risata e benessere psicologico e fisiologico (Martin, 2004). È stato ad esempio studiato l’effetto che la visione di film comici esercita sulla concentrazione plasmatica di ormoni dello stress: nel sangue è stato sempre riscontrato un crollo del livello di cortisolo, ormone che ad alte concentrazioni risulta implicato non solo nell'immunosoppressione ma anche nella depressione e altri disturbi derivanti da squilibri omeostatici (Perrella, 2010).

Così come le implicazioni a livello fisiologico, molteplici sono anche le tipologie di risata di cui l'uomo fa esperienza nel corso della sua vita.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Umorismo e Benessere Psicologico

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Daniele Caria
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Scienze e tecniche psicologiche
  Relatore: Laura Francesca Scalas
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 50

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

psicologia
umorismo
teorie
salute
fisiologia
risata
benessere psicologico
psychology
psicologia positiva
positive psychology

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi