Skip to content

Gli orizzonti della ragione: Logos e Caos nel cinema visionario di Stanley Kubrick

L'importanza del libero arbitrio

È inevitabile però che il confine preesistente e che delinea la differenza-distanza tra l’ordine e il disordine, tra il logos e il caos, corrisponde ad un concetto tanto ampio quanto impervio, ovvero la libertà di scegliere tra una realtà e l’altra. Emblematico a tal proposito risulta essere una delle pellicole più amate e discusse del cinema kubrickiano: Arancia Meccanica, la cui trama merita almeno un appunto sintetizzante.

In un Inghilterra vagamente futuristica coinvolta in una grave crisi sociale, una banda di giovani violenti e teppisti - i drughi - guidati da Alex, un ragazzo vitalisticamente trasportato dai propri istinti di sesso e violenza, innamorato di Beethoven e dagli atteggiamenti dandy, sono protagonisti di scorribande di ogni tipo: essi infatti seviziano un barbone, ingaggiano una rissa con un’altra gang, assaltano la casa di uno scrittore di sinistra (Alexander) stuprando la moglie.

Tuttavia, in una delle loro occasioni di sfoggio “dell’amata ultraviolenza”, dopo la partecipazione di Alex ad un’orgia con due ragazze, i drughi assaltano una beauty farm in cui la proprietaria viene uccisa, e in cui i compagni di Alex, già protagonisti di un tentativo di ammutinamento prontamente punito dal leader, lo tradiscono consegnandolo alla giustizia. Alex pur di sfuggire al carcere, accetta di sottoporsi alla cura Ludovico, in cui sarà costretto ad una visione ripetuta di film violenti accompagnata dalla somministrazione di sostanze stupefacenti. Tale trattamento ottiene l’effetto sperato: Alex arriva ad avere un rifiuto fisico della violenza e del sesso, ed è per questo dimesso. Ma tornare alla libertà equivale a subire la pena del contrappasso: non potendo reagire con la violenza egli sarà picchiato dal barbone che aveva seviziato, duramente maltrattato dagli ex compagni diventati poliziotti, e spinto al suicidio dallo scrittore Alexander. Tuttavia Alex sopravvive, e scopre miracolosamente che l’effetto della cura Ludovico è svanito: con sacrificio egli è riuscito a riacquistare la libertà di scegliere. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Gli orizzonti della ragione: Logos e Caos nel cinema visionario di Stanley Kubrick

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Angelo Riccardi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Bari
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Giovanna Zaccaro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 84

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi