Skip to content

Startup innovativa a vocazione sociale e creazione del valore

Associazioni di promozione sociale

Alcuni anni dopo, precisamente il sette Dicembre del 2000 vengono istituite le associazioni di promozione sociale. L'associazionismo liberamente costituito e le sue molteplici attività sono riconosciute dallo Stato come portatrici di valore sociale ed espressione di partecipazione, solidarietà e pluralismo. In questo senso la Repubblica italiana ne promuove lo sviluppo affinché siano avviate iniziative con finalità di carattere sociale, civile, culturale e di ricerca etica e spirituale. Sono considerate associazioni di promozione sociale le associazioni riconosciute e non riconosciute, i movimenti, i gruppi e i loro coordinamenti o federazioni costituiti al fine di svolgere attività di utilità sociale a favore di associati o di terzi, senza finalità di lucro e nel pieno rispetto della libertà e dignità degli associati. Sostanzialmente le associazioni di promozione sociale poco si discostano dal volontariato in quanto operano negli stessi settori sociali e si avvalgono delle attività prestate in forma volontaria, libera e gratuita dei propri associati per il perseguimento di finalità istituzionali, anche se a differenza del volontariato l'attività di promozione sociale può essere rivolta sia nei confronti dei propri associati sia nei confronti di chi non lo è. Con questa norma, emanata nove anni dopo rispetto quella che disciplina il volontariato e la cooperazione sociale, il legislatore conferma l'interesse per le attività sociali e cerca di integrare agli strumenti esistenti possibilità nuove.

L'intento dello Stato è di regolamentare settori in cui, anticipando l'intervento pubblico, l'iniziativa privata si era fatta portatrice di risposte rispetto i problemi socio economici emergenti. Il legislatore prendendo atto di ciò che stava succedendo ha inteso normare queste forme organizzative per fornire al privato strumenti più efficaci e con alcune agevolazioni fiscali. La realtà è che in ogni caso per colmare la crisi dello Stato assistenziale non è sufficiente affidarsi alla spinta privata alla quale fornire solo successivamente un contenitore giuridico affinché l'attività possa trovar forme di regolamentazione e aiuto dalle istituzioni. Quello che era necessario, almeno in termini di percorsi da intraprendere, era una norma che promuovesse, attraverso agevolazioni fiscali consistenti e individuazione analitica delle aree socio-economiche in cui bisognava intervenire, ogni forma organizzativa comprendendo anche quelle preesistenti, in modo da trainare e fare da propulsore per l'iniziativa privata.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Startup innovativa a vocazione sociale e creazione del valore

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Davide Consonni
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze dell'economia
  Relatore: Pier Maria Ferrando
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 112

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

terzo settore
sociale
impresa sociale
startup innovativa a vocazione sociale
siavs
teoria del cambiamento
catena di creazione del valore
agevolazioni startup
crisi welfare state
sroi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi