Skip to content

La mentalizzazione nell'essere antinomico: tra Fonagy e Matte-Blanco

Il fluire del tempo e la paura del cambiamento

Fonagy (1991) nell'esposizione di un caso clinico, racconta di come il paziente, si comportasse come se tutti dovessero avere accesso immediato al suo stesso vissuto in ogni dato momento, e nessuno potesse essere collocato su un asse temporale dove gli stati mentali inevitabilmente andassero incontro a cambiamento.

Ciò che parrebbe essere deficitario in questo caso è il processo di dispiegamento (Matte-Blanco, 1975): nei livelli profondi è presente una potenziale differenza (attualmente infinita) che è apprezzabile solo a fronte dell'intervento della funzione di dispiegamento che assoggetta il contenuto simmetrico alla logica classica che implica successione. La funzione di dispiegamento, sembra in questo caso lavorare in modo anomalo, portando ad un'intrusione dei contenuti simmetrizzati nella coscienza.

Il tempo e la sua percezione sono elementi profondamente disturbanti qualora ci sia una qualche forma di anomalia nei processi di pensiero (Lombardi, 2003), e nei momenti terapeutici in cui il paziente riporti anche solo tangenzialmente il suo essere venuto a conoscenza dell'asse temporale dell'esistenza, questa la si può concepire come una buona conquista terapeutica (ibid.). Di fatto "Essi [i pazienti borderline] necessitano che l'oggetto rimanga immutato e sperimentano difficoltà sostanziali qualora vengano confrontati con il cambiamento." (Fonagy et al., 1995, p.93).

Questo brano è tratto dalla tesi:

La mentalizzazione nell'essere antinomico: tra Fonagy e Matte-Blanco

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Luca Bacchiega
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Milano - Bicocca
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia
  Relatore: Angela Tagini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 70

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

infinito
inconscio
pensiero
fonagy
emozione
mentalizzazione
matte blanco
bilogica
inconscio primario

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi