Skip to content

Logicità, permanenza e peculiarità del consumismo: aspetti antropologici e meccanismi psicologici

Consumismo e pubblicità

Nelle società capitalistiche la pubblicità ricopre uno spazio importante, essa viene riconosciuta come una delle forme di cultura dominante. Il potere, però, di decodificare i messaggi veicolati resta sempre una missione del consumatore, anche se difficilmente riuscirà a sottrarsi ad essa. Come missione, il messaggio pubblicitario, ha il compito di associare al consumo una serie di aspirazioni positive come giovinezza, felicità, salute, divertimento, etc. ed ogni prodotto pubblicizzato è sempre accompagnato da immagini che riguardano la realizzazione personale, quasi a voler trarre una sorta di gradimento che offusca il senso di colpa collegato al pensiero materialistico. Ad esempio una multinazionale dei cosmetici trasmette una pubblicità di alcuni prodotti per la cura estetica delle persone, a loro dire molto efficace.

Nella parte finale dello spot, catalizza l'attenzione la frase ad effetto “perché tu vali”. Questo tipo di messaggio trasmette tutta la sua potenza persuasiva, legata ad un semplice prodotto per la cura estetica. Non è più un prodotto consigliato per la messa in piega, ma un prodotto che porta con sé tutta un'azione di studio, connessa al modo di essere e soprattutto di voler essere. Infatti esso si fa veicolo di un messaggio carico di autostima, di rivincita, di valore sociale.

Poi ognuno individuerà un significato esperienziale legato alle proprie intime emozioni. Anzi, molte volte, la pubblicità prende dei risvolti che non erano stati previsti dagli stessi pubblicitari. Prendiamo ancora in considerazione quelle pubblicità in cui viene riprodotta una tipica scena di vita di ufficio. Quando arriva il momento dell'oggetto del consumo, ad esempio fare un semplice break con una merendina, questa avrà il compito di far immaginare momenti di evasione vera e propria, la mente sogna di andare aldilà della fatica e della noia del lavoro stressante e diventerà una vera e propria distrazione; uno svago che il consumatore potrà permettersi per ripagarsi dalla routine lavorativa e non come incentivo per meglio lavorare.

Analizziamo ancora un altro spot pubblicitario, quello della Coca-Cola. La scena è ambientata in un ufficio pieno di giovani donne che aspettano la pausa lavorativa. Dalla finestra scorgono un ragazzo belloccio e muscoloso che si sta gustando la sua bella lattina. Le donne avranno un fremito palpitante alla vista dei muscoli vibranti e l'unica cosa che possono fare sarà quella di guardare come il ragazzo gusterà la fredda lattina. Questo non sarà solo un semplice messaggio di réclame verso il prodotto, ma bensì racchiuderà svariati significati che avranno un'eco differente da persona a persona.

Per alcuni potrebbe rappresentare una sorta di rivincita delle donne, per altri potrebbe rappresentare un inno alla trasgressione, o ancora vorrebbe svelare agli uomini ciò che le donne pensano, oppure semplicemente vorrebbe dire che bere quella bevanda ti farà piacere agli altri. Pertanto, il coinvolgimento verso un prodotto, sarà legato da un lato alla conoscenza del prodotto stesso e dall'altro all'interessamento percettivo che ne deriva dalle esperienze pregresse che andranno a costituire il vissuto di ogni individuo. Il coinvolgimento comunicativo potrà avere una grande influenza, sia sul piano situazionale che sul piano personale, mettendo in luce delle caratteristiche che andranno ad influenzare le scelte del consumatore.

I tanti significati che si celano tra le righe della comunicazione, sono tutti messi in relazione con i valori che guidano ogni individuo. Questi valori guidano ciò che viene ritenuto importante per se stessi e possono motivare a mettere più energie nell'elaborazione delle informazioni. Essi fanno parte di un concetto di idee, radicate nella mente di ogni individuo, dove vengono inseriti i principi fondamentali della propria visione del mondo, come la vita, la morte, la felicità, la sofferenza, l’etica, l’onestà etc. Il soddisfacimento o quantomeno l’apertura alla comprensione di ognuno di esso, porta spesso a conseguenze emotive forti e positive, mentre il non appagamento porta inevitabilmente a conseguenze negative.

La pubblicità ha come effetto un trasferimento di valori, attraverso le connessioni comunicative tra quello che una cultura concepisce, come uno stato d’essere desiderabile, e quello che i prodotti e i servizi offrono. La comunicazione commerciale tende, quindi, a riprodurre l’ordine normativo presente in una cultura rispondendo ad esso e riflettendo lentamente i cambiamenti della società. Si deduce che da una comunicazione commerciale di massa, non ci si aspetta dei cambiamenti drastici nei valori, questo perché i comunicatori devono elaborare stati d’animo desiderabili o accettabili di una grossa parte della popolazione.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Logicità, permanenza e peculiarità del consumismo: aspetti antropologici e meccanismi psicologici

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giovanni De Lorenzo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2016-17
  Università: UniCusano - Università degli Studi Niccolò Cusano
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Scienze psicologiche
  Relatore: Cristiana Cardinali
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 80

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

antropologia
pubblicità
oggetti
consumismo
processo di apprendimento
neuroni specchio
acquisti polisensoriali
acquisti emozionali
consumer empowerment
origini del consumo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi