Skip to content

Espansione ed originalità del turismo crocieristico: le nuove realtà dei resorts galleggianti

Evoluzione del settore crocieristico

La nascita di questo fenomeno, che rientra nel “turismo del mare”, può risalire al 1875 quando venne realizzata la prima crociera ad opera di Thomas Cook, un breve viaggio per nave di 7 giorni in Scandinavia per vedere il sole di mezzanotte, ma già nel corso degli anni Sessanta vi sono le condizioni favorevoli per lo sviluppo di questo settore. Negli anni Sessanta si assiste alla nascita dell’industria crocieristica, ed è possibile notare come in questi anni il trasporto marittimo transoceanico di passeggeri lasci spazio al trasporto aereo considerato più comodo e veloce.

È in questi anni che si ritiene quindi necessario reinventare il prodotto marittimo a causa di alcuni fattori quali: l’avvento degli aerei per il trasporto di massa che favorisce una riduzione dei tempi di traversata dell’Atlantico, la diminuzione dei flussi migratori verso le Americhe e la chiusura del canale di Suez che rendono più conveniente l’utilizzo dell’aereo per raggiungere le mete orientali. Di fronte a questo primo momento di crisi si cerca di riconvertire il prodotto crocieristico eliminando la netta separazione delle classi, differenziando le cabine in base alla posizione e si fa ricadere l’attenzione su tappe ed itinerari offrendo un viaggio multidestination. Si susseguono poi innovazioni tecnologiche che permettono di arricchire i servizi delle navi, assecondando le preferenze dei viaggiatori e rinnovando le modalità con le quali l’impesa crea il proprio prodotto e la tipologia della nave.

Vediamo quindi alla fine degli anni Sessanta e nei primi anni Settanta l’affermarsi della cruise industry con le prime crociere: Norwegian Cruise Line (1966), la Royal Caribbean International (1968) e la Carnival Cruise Lines (1972), imprese leader del business crocieristico. Il prodotto crocieristico assume sempre più delle linee marcate: da un lato vediamo una domanda rappresentata da soggetti con a disposizione tempo e denaro, dall’altro un’offerta varia e personalizzata.

Nel corso di questi anni si assiste ad un vero boom del settore crocieristico grazie anche alla nascita della CLIA nel 1975 (Cruise Lines International Association): associazione che punta a promuovere l’esperienza di viaggio ai potenziali consumatori, sostenendo politiche e pratiche che contribuiscono ad un’evoluzione sostenibile e sicura del settore. Si cerca di ampliare sempre più il target di consumatori, allontanandosi dalla visione esclusivamente di lusso dedicata ad una clientela anziana e rivolgendosi a diversi soggetti sotto il profilo anagrafico, degli stili di vita, comportamentale e delle motivazioni sottostanti all’acquisto.

Nascono le Fun Ships come idea pensata negli anni Ottanta dalla compagnia crocieristica Carnival Cruise Line con lo scopo di coinvolgere famiglie con bambini ed offrire un servizio di svago e divertimento. La rivoluzione che avviene a livello di domanda ed offerta porta alla nascita di navi sempre più grandi e dotate di comfort sempre maggiori, a questo proposito nascono le crociere a tema, le formule all-inclusive che comprendono anche i servizi accessori ed i pacchetti fly and cruise.

Nonostante il trasporto aereo abbia avuto molto successo, vi sono comunque alcuni fattori che rendono preferibile il trasporto marittimo, quali la possibilità di trasportare la propria vettura nella nave, la maggior centralità dei porti nella località di destinazione rispetto agli aeroporti, e l’opportunità di visitare più mete senza cambiare destinazione alberghiera.

Inoltre la formula della crociera permetteva e permette tuttora una “vacanza senza stress” in quanto il turista può visitare ogni giorno città diverse senza dover fare e disfare la valigia; sottolineando questo beneficio, Costa crociere è in grado dimostrarsi attenta a quegli elementi che possono aver valore per il cliente. Il fenomeno crocieristico assume una rilevanza ed uno sviluppo mondiale marcato negli anni Novanta sia per la provenienza della domanda che per la dislocazione degli impianti e la programmazione degli itinerari.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Espansione ed originalità del turismo crocieristico: le nuove realtà dei resorts galleggianti

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giulia Bonamin
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Verona
  Facoltà: Lingue straniere per la comunicazione internazionale
  Corso: Lingue e letterature straniere
  Relatore: Emanuela Bullado
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 71

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi