Skip to content

Il Grande Dimenticato. Il Mezzogiorno dalla fine dell'intervento straordinario alla Grande Recessione

Il Mezzogiorno alla deriva

Qual è la manifestazione più concreta del grande successo dell'Euro? La Grecia
Mario Monti

Le scelte di politica economica del governo Monti, le cui basi ideologiche risultavano chiare sin da principio, si indirizzavano verso l'obiettivo dichiarato di deflettere grandemente i consumi interni per riequilibrare la bilancia dei pagamenti e stabilizzare i saldi finanziari con l'estero. La distruzione della domanda interna andava dunque perseguita tramite gli strumenti tipici dell'azione neoliberista: tagli alla spesa, pareggio di bilancio imposto per legge, aumento della pressione fiscale, distruzione delle tutele sociali, riduzione dell'intervento dello Stato in tutti i suoi aspetti. Una cura, quella montiana, che col senno di poi ha del tutto prostrato la già fragile ripresa italiana, infliggendo al Paese una nuova e più grave recessione foriera di sanguinose conseguenze nel medio periodo.

Strategie significativamente drammatiche per il Paese nel suo complesso, senz'ombra di dubbio mortali per le regioni del Mezzogiorno. Privato infine degli ultimi - e già lievi - sostegni pubblici al reddito e al consumo, abbandonato al suo destino senza alcuna strategia, il Sud ha subito sulla propria pelle gli effetti più brutali e insensati dell'agenda Monti: i dati evidenziano infatti una realtà catastrofica, paragonabile, per numeri e dinamiche, soltanto ad uno scenario postbellico.

I tagli lineari alla spesa uniti all'ingente aumento della pressione fiscale hanno causato un prevedibile crollo del prodotto interno lordo, di proporzioni inusitate e allarmanti nelle regioni meridionali.

La diminuita ricchezza prodotta ha poi depresso il flusso di consumo e dunque la quota salari, innescando un pernicioso schema di depressione generale. Il devastante impatto delle politiche d'austerità risulta evidente se si considera la verticale e continua caduta degli investimenti nella realtà industriale nazionale, nel Mezzogiorno in fase di agonia irreversibile. A differenza della dinamica settentrionale, infatti, va sottolineato che
Il massiccio disinvestimento ha ulteriormente aggravato la già scarsa competitività dell’area favorendo nella sostanza un processo di downsizing e al tempo stesso di desertificazione dei territori meridionali, mettendo in dubbio la stessa possibilità di potersi agganciare al ciclo positivo internazionale e nazionale.

A naturale conclusione degli indici statistici di riferimento, i dati sull'occupazione certificano la stasi comatosa di una macroregione consegnata all'abbandono e alla miseria. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Il Grande Dimenticato. Il Mezzogiorno dalla fine dell'intervento straordinario alla Grande Recessione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Antonio Martino
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Messina
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Tonino Perna
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 64

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

italia
mezzogiorno
meridionalismo
cassa del mezzogiorno
intervento straordinario
questione meridionale
prima repubblica
pasquale saraceno
svimez

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi