Skip to content

Papa Alessandro VI Borgia (1492-1503)

Alessandro VI: le controversie di un Papa

Entrare nelle svariate pieghe storiche del pontificato di Alessandro VI non è affatto semplice. L'aspetto che rende più difficile portare avanti questo lavoro è elaborare una visione che sia la più obbiettiva possibile, senza cedere all'influenza delle leggende, spesso false che sono state costruite attorno alla sua figura e a quella della famiglia Borgia e per fare tutto questo c'è bisogno di un vaglio attento e critico delle fonti.

Le prime forme di accuse gli vengono rivolte quando egli è ancora cardinale sotto il pontificato di Pio II, proprio dal pontefice stesso, il quale ammirava Rodrigo per il suo abile ingegno, per la sua cultura e per i suoi modi di fare, ma nel giugno del 1460 quando egli si recò a Siena per seguire i lavori di costruzione del palazzo della cattedrale di Corsignano, suo borgo natale, ci fu episodio sconveniente per la condotta da cardinale, che venne ammonito dal pontefice mediante una lettera indirizzata a Rodrigo:

“Diletto figlio, quando tre giorni or sono convennero nei giardini dell'amato figlio Giovanni de Bichi parecchie donne di Siena, dedite alla vanità mondana, anche tu poco memore dell'ufficio che ricopri, ti sei trattenuto con loro, per quanto ci venne detto, dall'una fino alle sei del pomeriggio, avendo come compagno un altro del tuo collegio al quale, se non il decoro della Sede Apostolica, almeno l'età avrebbe dovuto ricordare il proprio dovere. Per quanto abbiamo sentito, in codesto luogo si è ballato nel modo più dissoluto, non risparmiando alcun allettamento d'amore … Per lasciare maggior libertà ad ogni vostro sfrenato piacere, fu proibito l'accesso ai mariti, ai padri e ai parenti delle ragazze presenti. Solo voi, con pochi domestici, eravate gli autori e animatori di tali danze. Si dice che oggi a Siena non si parli d'altro e che tutti ridano della tua frivolezza … Il nostro dolore è inesprimibile , poiché tutto questo ritorna a discapito dello stato e dell'ufficio sacerdotale … Noi ti abbiamo amato sempre e ti considerammo meritevole della nostra protezione, come uomo che rivelava natura seria e modesta. Agisci dunque in modo che noi possiamo conservare a lungo di te questa opinione, e a questi nulla potrà contribuire più dell'assumere una condotta più morigerata. I tuoi anni che promettono ancora ravvedimento ci consentono d'ammonirti paternamente.”

Seguirono altre accuse, a partire dal conclave che l'ha innalzato al soglio pontifico, dove secondo quanto riportato dai documenti ufficiali egli comprò 17 voti mediante promesse di denaro e beni immobili.

Sulla sua elezione pesa l'ombra della simonia. Per lo storico Pastor non c'è dubbio che contribuirono manovre simoniache , e così per la maggior parte degli storici; i pochi strenui difensori della 'incorrotta' scelta si arrampicano in verità sugli specchi e, pur non indicandola come opera dello Spirito Santo, apportano motivazioni politiche. 'Fu eletto perché doveva essere un candidato forte … che meglio conosceva i bisogni della Santa Sede', dibattono gli storici Ferrara e La Torre, il quale sostiene che 'le richieste e le promesse che furono fatte in questo conclave non erano dai cardinali considerate come aventi il carattere di simonia'.

“È semplicemente ridicolo limitare al denaro sonante un'elezione simoniaca, perché hanno lo stesso peso le varie commende promesse dal Borgia in conclave e da lui distribuite appena eletto”.

Un altro storico del 1862 così scrive:

“in quel tempo venne a sedere sulla cattedra di San Pietro il più odioso, il più impudente, il più reo di tutti coloro che abbiano abusato mai d'una sacra autorità per oltraggiare e ridurre in servitù gli uomini. Fu questi Alessandro VI, eletto successore d'Innocenzo VIII. Lo scandalo della corte di Roma, sempre crescente da un mezzo secolo, non poteva essere spinto a più stomachevole eccesso; ed infatti dopo quel punto andò gradatamente scemando. Niuno fra gli scrittori ecclesiastici ebbe l'ardire di difendere la memoria di questo papa, indegno del nome di cristiano; e l'obbrobrio di che in tempo del suo pontificato fu coperta la Chiesa romana distrusse quel religioso rispetto che proteggeva tutta l'Italia, e la rese più facile preda agli stranieri… Le ricchezze e le prebende di un cardinale influiscono quasi necessariamente sopra i suffragi, de'suoi colleghi, perciocché non potendo egli, fatto papa, ritenere per sé queste prebende, è cosa ovvia ch'ei le dispensi a tutti coloro che più hanno contribuito alla sua elezione.”

Non bisogna dimenticare però che la vendita del proprio voto in cambio di denaro o beni era una pratica assai diffusa, già da prima dell'elezione di Alessandro VI, di cui si servono suoi predecessori quali Sisto IV e Innocenzo VIII, ma anche suoi successori quali Giulio II e molti altri. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Papa Alessandro VI Borgia (1492-1503)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Antonella Mesce
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi della Basilicata
  Facoltà: Beni culturali
  Corso: beni culturali
  Relatore: Francesco Sportelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 67

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

papa alessandro vi borgia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi