Skip to content

Il culto televisivo e il fenomeno del fandom. Il caso di The Big Bang Theory.

Il telefilm di culto

Come abbiamo visto nel paragrafo precedente la serialità televisiva americana sta vivendo una terza Golden Age, in questo processo i fan stanno acquisendo sempre più importanza portando a creare prodotti che incentivino sempre di più pratiche di fandom: coinvolgere gli spettatori porta a ad un incremento del consumo e ad aumentare gli introiti.

Le nuove serie tv si contraddistinguono per l'elevata percentuale di spettatori appassionati, essi si rendono attivi nel processo di interpretazione dei contenuti televisivi, si aggregano in comunità dove interagiscono tra loro e producono testi terziari. I produttori ritengono molto prezioso questo tipo di pubblico poiché facilmente visibile, disponibile a seguire ogni opera derivata dalla serie e perché garanzia di grandi guadagni. Gli show dell'epoca contemporanea devono avere successo immediato e vivono con il rischio di cancellazione, accaparrarsi il favore dei fan garantisce longevità alla serie televisiva poiché dà al programma la possibilità di raccogliere nel tempo un pubblico più vasto.

Il fandom costituisce inoltre un mercato lucrativo, pronto all'uso e costante per uno schieramento di spin-off ufficiali, romanzi, guide agli episodi, fotografie, poster, modellismo, video, carte da collezione.
Le serie tv si trasformano quindi a tutti gli effetti in un franchise, l'ausilio della tecnologia ed in particolare di internet hanno profondamente variato il rapporto tra produttori e fruitori, il testo primario dà origine a testi secondari rappresentati dal merchandising e terziari ovvero fan work.

Prima dell'immenso successo delle serie televisive cult, negli ultimi decenni ci sono stati altri casi di telefilm che avevano avuto grande fortuna riuscendo ad attirare un pubblico di devoti spettatori, l'esempio più famoso è senza dubbio Star Trek che col passare degli anni è diventato un vero media franchise spaziando dalle serie tv, ai film ai videogiochi.
Star Trek è diventato oggetto di culto in maniera inconsapevole, il percorso tracciato da questo franchise è stato di ispirazione per numerose altre serie negli anni successivi.

Nel 1990 la ABC ha tentato di creare un prodotto di culto con la produzione di Twin Peaks, i suoi autori (David Lynch e Mark Forst) hanno cercato di produrre una cult-testualità rispettando le caratteristiche precedentemente elencate. La vera innovazione nella serie di David Lynch è stato il fatto di creare un fenomeno culturale a priori finalizzato ad attirare il pubblico di fan. Buona parte della serie cercava di coinvolgere gli appassionati a cui veniva chiesto di individuare riferimenti a film famosi, ad altre opere dell'autore e la presenza di inside jokes presenti nella trama.

Un'altra serie che ha seguito l'intento di Twin Peaks è X-Files (2002), anche quest'ultima è nata con l'intento di diventare una serie cult e le si deve il merito di aver dato inizio all'industria del culto televisivo. X-Files è un ibrido tra horror, poliziesco e fantascienza, è presente un continuo citazionismo, una forte presenza autoriale e l'attenzione del pubblico è attirata da rimandi a omaggi a film fantascientifici degli anni '50.
Il periodo durante il quale si è diffusa questa serie corrisponde con la diffusione di internet, questo ha facilitato i meccanismi comunicativi tra i membri del fandom. Grazie alla diffusione di questo nuovo medium, X-Files è universalmente riconosciuto come il primo caso di interazione tra fan e produttori. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Il culto televisivo e il fenomeno del fandom. Il caso di The Big Bang Theory.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Nicolò Orlandi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi dell'Insubria
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Teoria della comunicazione
  Relatore: Andrea Bella
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 102

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comunicazione
media
scienze della comunicazione
massmedia
serie tv
specialistica
fandom
fanfiction
big bang theory
analisi del pubblico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi