Skip to content

Le politiche di marketing nel settore del fitness. Il caso ''Happiness Sport & Fitness''

Il concetto di “people” per le imprese che erogano servizi per il Fitness

Nella “P” di people o persone, come dice la parola stessa, ci sono tutti gli attori umani che interagiscono con l’impresa: il personale e i clienti attuali e potenziali. Il personale ed in particolar modo il personale front-line (di contatto) rappresenta il volto dell’azienda in quanto è la prima figura con cui si interfaccia l’utente e per questo merita la sua importanza in quanto da indicazioni sulla natura del servizio che verrà erogato. L’abbigliamento adeguato, preferibilmente con una divisa ed il logo aziendale ha la sua rilevanza perché permette di associare immediatamente l’identità fisica con l’identità aziendale. In un’ottica strategica, esso rappresenta un punto di differenziazione aggiuntivo rispetto alla concorrenza.

In un mercato in cui i servizi sono simili tra di loro è difficile ricercare od offrire dei benefici superiori ai competitors ed è per questo che bisogna affidarsi a fattori umanistici quali gentilezza, cortesia ed educazione che possono rappresentare un surplus attrattivo. In alcune situazioni, questi tre semplici elementi possono influenzare la scelta, l’erogazione e la soddisfazione del servizio perché permettono di creare collegamenti tra l’organizzazione aziendale e l’ambiente esterno. Dunque, il ruolo dei dipendenti può risultare decisivo sul giudizio finale dell’organizzazione. Essi devono apparire affidabili, capaci di suscitare fiducia rispettando le promesse fatte ai clienti con un forte senso di disponibilità e sollecitudine nel servire i clienti al fine di rassicurarli ed acquisire credibilità.

Per risultare validi occorre un’individualizzata attenzione al cliente con una buona reattività e flessibilità alle richieste presentate. I dipendenti devono essere formati ad ottenere le suddette competenze ed essere in possesso di una linea comunicativa tempestiva tra tutte le aree interne dell’impresa. D’altronde non bisogna sottovalutare che gli addetti al front line sono coloro che devono “assorbire” le lamentele e non dei clienti, difendere a spada tratta i propri colleghi e la nomina dell’azienda, indossare il loro miglior sorriso come maschera per nascondere le proprie sensazioni e cercare di instaurare una conversazione la più amichevole possibile con persone che probabilmente non vedranno più (Hochshild 1983; Bettencourt e Gwinner 1996).
Esiste una stretta correlazione tra il benessere del cliente e il benessere del lavoratore (Rosenbluth, Schlesinger e Heskett, 1991; Heskett, Jones, Loveman, Sasser, 1994 e Schesinger 2000).

Si può vedere che l’ultimo punto è in comune per entrambi, la dimostrazione che la soddisfazione del cliente è inevitabilmente connessa alla soddisfazione del lavoratore. Da un punto di vista economico può essere immaginato in partita doppia nelle due sezioni: dare ed avere; dare gratitudine per riceverne altrettanta. Quindi, se i collaboratori sono l’offerta aziendale, significa che investire sulla formazione del personale interno equivale ad un investimento diretto nel servizio offerto (Schneider e Bowen, 1980).

Questo motivo ha indotto molti centri fitness ad inserire nel vertice aziendale l’ufficio delle Risorse Umane. Le competenze principali di questo ufficio sono quelle di reclutamento, formazione, valutazione e motivazione dello staff interno. Attorno a questi quattro temi ruota il piano strategico delle risorse umane. Il primo step da affrontare è quello di assumere le persone giuste ovvero selezionare i soggetti effettivamente idonei per lo svolgimento delle mansioni ricercate (si ricercano competenze, conoscenze, interesse e buona volontà). Successivamente si formano le persone fornendo loro tutto il necessario per un servizio altamente qualificato.

I collaboratori vengono istruiti per diventare più responsabili, autonomi ed interattivi, lavorare in team, ed ottenere una buona performance. Per essere efficaci ed efficienti gli operatori hanno bisogno di forniture tecnologiche, attrezzature adeguate e sistemi di supporto orientati al cliente ed alla misurazione della qualità del servizio (Grönroos, 1990; Berry e Parasuraman, 1991).

I processi interni devono essere progettati sulla premiazione e sulla promozione del servizio allo scopo d’includere i dipendenti nella filosofia e nella cultura aziendale. Infine, ma non da ultimo, bisogna costantemente ricompensare le performance brillanti e ringraziare il dipendente con un trattamento simile a quello destinato ai clienti (Katzenbach e Santamaria, 1999). Difatti se i lavoratori percepiscono la dovuta considerazione sono più inclini a rimanere nell’organizzazione, a migliorare le proprie prestazioni produttive ed a ottimizzare il clima dell’ambiente interno.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Le politiche di marketing nel settore del fitness. Il caso ''Happiness Sport & Fitness''

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Rita Pia Prota
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2016-17
  Università: Università Politecnica delle Marche - Economia e commercio Giorgio Fuà
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Management
  Relatore: Maria Carla Alunno
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 152

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi