Skip to content

Turismo e terremoto: analisi degli impatti sismici sui flussi turistici a Castelluccio di Norcia. Proposte per la ripartenza e la riqualificazione del settore.

Il turismo a Castelluccio Di Norcia: analisi statistico-descrittiva dell’offerta

Oggetto di questo capitolo è l’analisi statistico-descrittiva dell’offerta turistica a Castelluccio, prima della sequenza sismica iniziata il 24 agosto 2016, e culminata con la devastazione del borgo il 30 ottobre dello stesso anno.
Come prima cosa si procederà all’approfondimento del comparto ricettivo scomposto nelle sue dimensioni alberghiera ed extra-alberghiera. Numeri alla mano, si stabilirà l’andamento del numero degli esercizi ricettivi e del numero di posti-letto presenti in loco dal 2010 al 2016; si conoscerà il livello di utilizzazione dei posti-letto da parte dell’offerta ricettiva locale sia a livello annuale, sia a livello mensile (2015-2016), e lo si comparerà ai risultati ottenuti nell’area nursina dal 2011 al 2016. Nell’intento di definire la pressione turistica potenziale del comparto, si seguiterà con lo studio degli indicatori di ricettività per la coppia di anni 2015 e 2016.

Infine, la presentazione del settore si chiude con una piccola sintesi della reputazione online delle attività ricettive.
Il secondo argomento trattato sarà quello della ristorazione, settore in deficit per quanto riguardano i dati ufficiali, per cui l’ispezione del comparto avverrà mediante l’incrocio dei dati ottenibili da Tripadvisor e dai questionari sottoposti dalla sottoscritta agli attori economici locali. Le informazioni illustrate riguarderanno l’online reputation dei ristoranti; la capienza media minima dei posti a sedere della destinazione; la capacità campionaria minima, media e massima delle persone servibili diariamente nella destinazione; e la densità ristorativa del comparto sul territorio.

Segue l’esame del comparto agricolo connesso, attraverso il quale si tenterà di fissare, con i dati derivati dai questionari, la percentuale campionaria delle aziende agricole che svolgono attività connessa e l’impatto diretto ed indiretto del turismo su questo ramo economico.
Infine, l’esplorazione dell’offerta turistica locale si concentrerà sui settori mancanti, e cioè quello dei trasporti e quelli sportivi.

Il comparto ricettivo
Come già anticipato nel primo capitolo, la nascita del comparto ricettivo a Castelluccio è un fatto recente, risalente al 1970. Prima di questo spartiacque, i turisti giunti in loco (per motivi sportivi) potevano scegliere tra sole due alternative: soggiornare nella vicina località di Forca Canapine o essere ospitati nelle case dei castellucciani. Ciononostante, ambedue le possibilità comportavano delle problematiche: nel primo caso potevano subentrare complicazioni a seconda dello sport praticato dal viandante, specie se l’obiettivo era raggiungere il Vettore, geograficamente più lontano dalla località sciistica; nel secondo caso, la non conoscenza degli abitanti poteva diventare un intralcio al viaggio.

Agli incrementi della domanda, sempre in rialzo data la nomea non solo sportiva del bacino, l’offerta turistico-ricettiva di Forca Canapine rispondeva apaticamente, non costruendo nuove strutture o non aumentando il numero totale dei posti-letto. Conseguentemente, un abitante di Castelluccio, notando l’eccesso dei forestieri rispetto ad una capacità ricettiva satura, comprese che era giunto il momento di intercettare l’eccedenza turistica del versante Canapine e di portarla sul proprio territorio. Nacque così, l’albergo Sibilla: la prima struttura ricettiva del borgo di Castelluccio di Norcia. All’inaugurazione esso vantava 15 camere.

Un’altra data importante è il 1986, quando un’ulteriore eccedenza della domanda portò all’apertura di un secondo albergo, la Taverna Castelluccio4. Se il primo albergo era nato per supplire alle necessità dei tanti che si recavano in loco spinti da motivazioni eterogenee, il secondo nacque con il preciso scopo di accogliere i piloti del volo libero; una nuova schiera di soggetti che si erano interessati a Castelluccio e che, involontariamente, lo stavano plasmando sul piano socioeconomico-culturale. La Taverna aveva dimensioni ben più ridotte: quattro camere e un totale di 10 posti-letto. Va da sé che l’esiguità numerica dei posti-letto non avrebbe contenuto il flusso turistico in arrivo, che ben presto superò nuovamente la capacità di carico alberghiera locale, trasformando Castelluccio dal luogo pacato che era agli inizi degli anni ‘70 al paesino dall’alto tasso di alberghi e di ristoranti degli ultimi tempi.
[...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Turismo e terremoto: analisi degli impatti sismici sui flussi turistici a Castelluccio di Norcia. Proposte per la ripartenza e la riqualificazione del settore.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Deborah Caponecchi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Progettazione e gestione dei sistemi turistici
  Relatore: Alberto Bianchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 262

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi