Skip to content

Tradimento e Menzogna in "Othello"

Brutti e Parlani: strategie del bugiardo applicate a Iago

Tre sono le tattiche utilizzate dal bugiardo per attirare a sé l'interlocutore:

i. deve conformarsi al modo di comunicare della “vittima” di modo che si possa fidare di chi, in realtà, non dovrebbe;

ii. il bugiardo inserisce un tocco di realismo nella sua bugia che induce il destinatario a credere vero ciò che non è: sono dei particolari che generano informazioni sbagliate le quali fondano cattive interpretazioni; in Othello Iago sfrutta questa strategia due volte, inventandosi sia il sogno di Cassio sia il gesto di quest'ultimo col fazzoletto. Nel sogno, che già costituisce prova di verità, tra i particolari realistici annovero il “raging tooth“ di Iago, la “hand“ e i “kisses” che Cassio dà a Iago scambiandolo per Desdemona. Otello, ascoltando Iago dire che Cassio si è pulito la barba col fazzoletto, sacro regalo di Desdemona, s'immagina cosa può essere successo prima tra Cassio e Desdemona.

Iago: […] I lay with Cassio lately; And, being troubled with a raging tooth, I could not sleep. […] In sleep I heard him say, “Sweet Desdemona, Let us be wary, let us hide our loves!” And then, sir, would he gripe and wring my hand, Cry, “O, sweet creature!” and then kiss me hard, As if he pluck'd up kisses by the roots, That grew upon my lips; laid his leg Over my thigh, and sigh'd, and kiss'd; and then Cried, “Cursèd fate, that gave thee to the Moor!” (atto III, scena 3, 412-425)

Iago: […] such a handkerchief I am sure it was your wife's – did I to-day See Cassio wipe his beard with. (atto III, scena 3, 436-438)

iii. il bugiardo riprende frasi già dette, togliendole dal loro contesto: l'astuzia sta nel non modificare la frase nei suoi componenti, bensì nel trovare il contesto più adatto a far sì che il destinatario capisca male. Iago, infatti, prende le accuse di stregoneria di Brabanzio rivolte ad Otello per rivolgerle contro di lui parlando però di Desdemona (“she that..”). Quel che Otello capisce, quindi, è che non era ”witchcraft” bensì ”wit”, cioè il frutto di una strategia da parte della figlia di Brabanzio; il Moro, allora, non potrà non ricordarsi l'ammonimento di Brabanzio prima di partire per Cipro, in cui vengono evidenziati gli “eyes” che Otello deve aver cura di tenere aperti se non vuole essere ingannato come il padre di Desdemona.

Brabanzio: O thou foul thief! Where hast thou stow'd my daughter?
Damn'd as thou art, thou hast enchanted her. ( atto I, scena 2, 62-63)

Iago: She that so young could give out such a seeming,
To seel her father's eyes up close as oak,
He thought it was witchcraft […]. (atto III, scena 3, 209-211)

Brabanzio: Look to her, Moor, if thou hast eyes to see.
She has deceiv'd her father, and may thee. (atto I, scena 3, 290-291)

Questo brano è tratto dalla tesi:

Tradimento e Menzogna in "Othello"

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Luca Zera
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Verona
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Linguistica e Didattica delle Lingue Straniere
  Relatore: Daniela Carpi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 36

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

psicologia
shakespeare
tragedia
inganno
falsificazione
menzogna
tradimento
otello
dissimulazione
iago

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi