Skip to content

Analisi di fattibilità riguardante il processo d'internazionalizzazione di una PMI Italiana: il caso Confetti Pelino S.r.l.

La mappatura delle Aree Strategiche di Affari (ASA)

Per Aree Strategiche di Affari (ASA) si intendono determinate “porzioni” di spazio competitivo, dotate di autonomia strategica e operativa, nelle quali opera (o intende operare) un’azienda. Le stesse vengono individuate mediante la combinazione di tre variabili (o dimensioni):

o Prodotto, inteso come ciò che l’azienda intende offrire al mercato di riferimento per soddisfare, attraverso una data “modalità” (funzione d’uso), un determinato bisogno;
o Mercato, che fa riferimento a un gruppo definito di clienti obiettivo portatori di un bisogno;
o Tecnologia, riguardante la tipologia di processo produttivo impiegato per la realizzazione del prodotto.

Concettualmente, dunque, le ASA corrispondono alle aree di business aziendali, la cui mappatura risulta fondamentale per comprendere le differenze soprattutto a livello strategico che può richiedere la presenza in mercati diversi.
L’azienda Pelino, nel periodo compreso tra il 2013 e il 2016 risulta avere avuto rapporti commerciali prevalentemente nelle seguenti aree geografiche:

1. Area MENA (Medio Oriente e Nord Africa);
2. Europa;
3. America Settentrionale;
4. Resto del mondo, comprendente i valori residuali delle esportazioni.

Come si evince dalle tabelle di cui sopra, l’area geografica in cui risulta più attiva, dal punto di vista commerciale, la Confetti Pelino è la zona MENA, segue l’Europa ed infine l’America Settentrionale. L’evoluzione nel tempo delle performance aziendali risulta abbastanza eterogeneo a seconda delle aree geografiche prese in considerazione. Infatti, si può notare come nella zona Medio Oriente e Nord Africa l’andamento delle vendite sia discontinuo (il tasso di crescita si alterna di anno in anno tra positivo e negativo), pur essendo, ad oggi, l’area estera maggiormente redditizia per l’azienda Pelino. In Europa il trend è decrescente. Caso opposto per l’America Settentrionale, dove le performance aziendali tendenzialmente risultano crescere di anno in anno.
La Confetti Pelino, come si ricorda, nell’arco del periodo preso in considerazione, ha realizzato in media complessivamente ricavi per Euro 2.490.048 di cui, Euro 333.695 riferiti alle esportazioni, rappresentanti, quindi, il 13% del valore delle vendite totali. […]

Pertanto, dopo aver elaborato i dati riferiti ai mercati nei quali l’azienda Pelino intrattiene rapporti commerciali, risulta possibile costruire la matrice rappresentante le combinazioni Prodotti – Mercati. […]

Al fine di individuare le ASA di un’azienda, occorre valutare preventivamente il grado di affinità tra le varie combinazioni Prodotto – Mercato, in modo da poter raggruppare quelle che risultano più similari, formando così un’unica Area Strategica di Affari. Nel far ciò, bisogna comunque tener presente le seguenti condizioni:
✓ Autonomia strategica, ovvero combinazioni che condividono i Fattori Critici di Successo ed è quindi possibile affrontarle mediante un unitario disegno strategico;
✓ Dimensione sufficiente, da un punto di vista economico, in modo da risultare idonea alla costituzione di un’unità organizzativa ad hoc. In tal caso si stabilisce un “floor” minimo pari al 10% del totale dei ricavi delle vendite.

Alla luce delle valutazioni svolte, delle caratteristiche di ciascuna combinazione Prodotto – Mercato e tenuto conto delle condizioni sopracitate e dell’attuale struttura della realtà aziendale oggetto d’analisi, si conviene nell’individuare due Aree Strategiche d’Affari.
In particolare:

ASA #1, formata dalle combinazioni Prodotto – Mercato A, B, C e D, rappresentante il business aziendale riferito al mercato domestico (italiano). È stato ritenuto opportuno comprendere, pertanto, anche le combinazioni C e D riferite ai liquori e citrato, poiché, essendo attività secondarie e marginali rispetto al “core business” aziendale della produzione di confetti e lavori artistici, le stesse non soddisfano il requisito della dimensione economica sufficiente al fine di essere considerate ASA indipendenti. Dunque, alla luce di quanto detto, tutto lascia presumere che i prodotti liquori e citrato vengano comunque realizzati grazie allo sfruttamento di sinergie produttive che permettono la generazione di vantaggi di costo industriali, in modo tale che la loro produzione risulti lo stesso profittevole, dati i bassi livelli di vendite che essi contribuiscono a generare.

ASA #2, composta dall’unione delle combinazioni E, F, G, H, I e L, che a sua volta identifica il business aziendale riferito alla gestione dei mercati internazionali in maniera integrata. Ciò è dovuto principalmente alla mancanza di “massa critica” sufficiente per considerare ASA autonome ognuna delle aree geografiche in cui l’azienda intrattiene rapporti commerciali (Europa, zona MENA e America Settentrionale). Tale soluzione è giustificata anche da un punto di vista strategico, dal momento che non è ancora chiaro quali mercati risultano essere più attrattivi (in termini di potenzialità) rispetto ad altri e meritevoli, dunque, di essere gestiti autonomamente. Inoltre, si ritiene sia anche coerente con la dimensione attuale dell’azienda, giacché risulta istituita a livello organizzativo un’unità commerciale che gestisce i rapporti con l’estero, senza distinzioni tra aree geografiche particolari.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Analisi di fattibilità riguardante il processo d'internazionalizzazione di una PMI Italiana: il caso Confetti Pelino S.r.l.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Palma
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Milano - Bicocca
  Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali
  Corso: Legislazione, auditing e controllo
  Relatore: Paola Orlandini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 125

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

internazionalizzazione
export
business strategy
business development
internazionalizzazione d'impresa
analisi di bilancio
business plan
sviluppo pmi
internazionalizzazione d'azienda
made in italy

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi