Skip to content

Diritto internazionale e geopolitica: teoria e prassi dell’ingerenza umanitaria

Violazione dei diritti umani e Ingerenza Umanitaria: il caso libico

Il caso Libico, nel tempo, è divenuto l’emblema di quanto detto finora ed ha aperto alla strada a numerose riflessioni e dubbi sull’efficacia, ma soprattutto sulla legittimità, di un intervento di ingerenza umanitaria per la salvaguardia dei diritti umani. La situazione riguardante i diritti umani in Libia prima del 2011 non era sicuramente felice, basti pensare che Gheddafi ha avuto il controllo del paese per 42 anni durante i quali sono stati ridotti al minimo i diritti individuali, e negli anni non sono mai mancati i richiami da parte delle maggiori NGOs affinchè i cittadini potessero godere di un trattamento più garantista dal punto di vista dei diritti.

A metà 2010 sembrava addirittura che Gheddafi iniziasse a prendere sul serio queste raccomandazioni, ammorbidendo certe rigidità in tema di libertà individuali: si stavano quindi gradualmente ottenendo dei progressi dal punto di vista del rispetto dei diritti umani. Ciò che invece appare singolare, alla luce della Risoluzione 1973 del marzo 2011, è il fatto che, nel maggio 2010, la Libia di Gheddafi sia stata addirittura nominata membro del UN Human Rights Council.

Sorprende quindi che, appena 10 mesi dopo esser entrata nel Consiglio dei Diritti Umani ONU, la Libia sia diventata il bersaglio di sanzioni di ogni genere, una “minaccia alla pace e alla sicurezza internazionale”, ed il regime di Gheddafi (con cui l’UE nell’Ottobre 2010 aveva concluso un accordo sulla cooperazione in tema di migrazione) il nemico acerrimo a cui indirizzare bombardamenti NATO. E ciò stupisce non perchè il regime di Gheddafi non fosse una dittatura sanguinaria colpevole di aver leso i diritti dei suoi cittadini in modo reiterato e violento per quarant’anni (in cui la Comunità Internazionale ha taciuto), ma perchè si è deciso che le repressioni attuate nel 2011 a danno degli insorti, e probabilmente non così rispondenti alla realtà come i media occidentali hanno fatto credere, fossero l’opportunità giusta per muovere le pedine del paese nord-africano.

Non va dimenticato ad ogni modo che, agli albori della deflagrazione della rivolta di piazza, Gheddafi aveva sicuramente intrapreso una politica miope, annunciando in mondovisione che avrebbe ucciso chiunque si fosse contrapposto al suo regime: un messaggio così forte non poteva passare inosservato in un’opinione pubblica mondiale che ha ormai una certa “dimestichezza” con il tema dei diritti umani. Dopo queste affermazioni infatti anche i paesi contrari e più tentennanti sul modus operandi imbastito da Francia e Gran Bretagna hanno optato per l’assenso all’intervento. D’altronde, in un mondo talmente interconnesso come lo è quello attuale, pensare di far passare sotto silenzio minacce di tal fatta avrebbe probabilmente costituito una débacle paritetica a quella che si è poi rivelata essere intervenire nel paese.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Diritto internazionale e geopolitica: teoria e prassi dell’ingerenza umanitaria

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Viola Tofani
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master in Geopolitica e Sicurezza Globale
Anno: 2015
Docente/Relatore: Matteo Marconi
Istituito da: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 25

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

geopolitica
diritto internazionale
libia
ingerenza umanitaria
teoria e prassi
intervento libia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi