Skip to content

Autismo e Educazione. La Terapia Multisistemica in Acqua come prassi migliorativa.

Il ruolo della famiglia nel bambino con autismo

Quando la famiglia viene a scoprire con certezza che il proprio figlio dovrà passare l'intera esistenza con una qualsiasi disabilità (in questo caso intendiamo il disturbo dello spettro autistico), tutte le certezze, le aspirazioni e i progetti che si erano immaginati sembrano frantumarsi all'istante. Come sostiene Albert Bandura le persone cercano di controllare gli eventi che condizionano la loro vita, ma, se ciò non accade allora sono costrette a rimettere in discussione tutto ciò che avevano programmato e a ridefinire nuovi orizzonti. La nascita di un figlio è un momento così intimo e delicato che porta i genitori a riversare in lui le più rosee aspettative; questo avvenimento infatti porta inevitabilmente con sé, già prima della nascita, ricche aspettative e un nuovo modo di ridefinizione della propria vita.

A seguito della diagnosi, dunque, l'aspetto fondamentale è che vengano forniti ai genitori gli strumenti e le nozioni necessarie affinché possano iniziare ad elaborare la nuova situazione imprevista, accettando la presenza del figlio disabile all'interno del proprio nucleo familiare. La maggiore difficoltà che solitamente i genitori riscontrano con questi bambini è quella di comprendere quali siano i bisogni e le esigenze del figlio, sia poiché non vengono esplicitamente comunicate e sia perché i comportamenti adottati possono essere di difficile lettura.

Dunque, come detto, è di rilevanza assoluta l'accettazione del figlio in quanto persona, in quanto essere umano che ha bisogno di attenzioni e di essere educato. Un concetto molto interessante, di cui si fa portavoce la professoressa Marisa Pavone, è che spesso accade che il figlio, anche in età adulta, non si separi mai realmente dal nucleo familiare per affermarsi e prendere possesso di una sua autonomia; questo determina che si diventi una sorta di “figli per sempre”, legati ad una inevitabile dipendenza con i genitori. Per permettere la creazione di un sano percorso di vita il più possibile autonomo e indipendente, ovviamente in relazione anche alla gravità della disabilità, la famiglia stessa deve essere cosciente fin da subito che ciò può essere possibile senza lasciarsi abbattere dai momenti in cui tutti gli sforzi sembrano vani e deve cercare di superare con positività e speranza tutte quelle situazioni di sconforto e percezione di inadeguatezza.

Ellen Notbohm, il cui figlio Bryce è affetto da autismo, sostiene che per quanto possa essere difficile bisogna provare ad amare i propri figli incondizionatamente, infatti è opportuno far capire a loro stessi quanto siano importanti e meravigliosi; come chiunque fra noi ha bisogno di accrescere l'autostima, di sentirsi parte di questo mondo.
Inoltre aggiunge: “Bryce mi ha insegnato che la felicità non è ottenere ciò che si vuole, ma volere ciò che si ha già. È il più grande regalo che qualcuno mi abbia mai fatto”.

Il ruolo della famiglia è quindi di primaria importanza, è il contesto in cui il soggetto con autismo può trarre le migliori risorse, all'interno del nucleo familiare si può imparare a sentirsi apprezzati, valorizzati, sostenuti e amati. In particolar modo i genitori possono far emergere l'individualità e il potenziale dei propri figli, costretti fin dalla nascita a vivere in un mondo di difficile interpretazione, poiché inevitabilmente sono coloro che trascorrono con loro più tempo e che hanno un maggior legame affettivo. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Autismo e Educazione. La Terapia Multisistemica in Acqua come prassi migliorativa.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Brusutti
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Scienze dell'Educazione
  Corso: Scienze dell'educazione e della formazione
  Relatore: Carla Callegari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 55

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

autismo
tma
terapia multisistemica in acqua
disturbo dello sviluppo autistico
autismo e educazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi