Skip to content

Progetto di un belvedere panoramico al rifugio Carlo Franchetti

Il belvedere in alta montagna: tre casi studio

Una volta definita l’idea iniziale, sono state individuate opere simili situate in contesti tali da avvicinarsi il più possibile a quello analizzato; in particolare, sono stati individuati due belvedere panoramici, il primo nella regione austriaca della Stiria ed il secondo nella regione della Alta Austria; più precisamente, essi sono il Dachstein Skywalk (Fig.9), posto all’arrivo della funivia che conduce all’omonimo ghiacciaio e il Five-fingers Skywalk (Fig.10), posto sui monti del Massiccio del Dachstein che si affacciano sul paesino di Hallstatt, patrimonio dell’UNESCO.


Restando in Italia invece, un valido esempio è lo Skyway del Monte Bianco (Fig.11), posto al di sopra della struttura che ospita l’arrivo della funivia a Punta Helbronner.
Di seguito vengono analizzate più nel dettaglio tali opere.

Dachstein Skywalk
Il Dachstein Skywalk è un'opera realizzata in un complesso costituito da questo belvedere panoramico, un ponte sospeso a 400m di altezza e dalla "scala verso il nulla". Esso è situato a 2700m s.l.m. nel massiccio del Dachstein, proprio nei pressi dell'omonimo ghiacciaio ed è stato realizzato accanto alla stazione di arrivo della funivia. Geograficamente, la struttura è collocata esattamente di fronte al monte Krippenstein, il quale ospita il Five-fingers Skywalk, nella regione della Alta Austria. Date le dimensioni del belvedere, esso potrebbe ospitare fino a 300 persone, ma per motivi di sicurezza, l’affluenza viene regolata, anche in base alle condizioni meteo, attraverso le corse della funivia più o meno frequenti.
Per raggiungere il posto è necessario prendere la funivia a valle e, con circa 10 minuti di salita, si arriva in quota. Essa è sempre operativa, dalle 8.30 alle 16.00, in quanto è la stessa che conduce al ghiacciaio nel quale si può sciare 365 giorni all'anno.
Essendo situata alla stazione d’arrivo della funivia, l’attrazione è facilmente raggiungibile senza alcuno sforzo fisico e ciò rappresenta chiaramente un notevole vantaggio; inoltre, a quelle quote, si devono fare i conti con climi molto severi, precipitazioni abbondanti e condizioni atmosferiche che, se non opportunamente contrastate, porterebbero ad un deterioramento molto rapido dell’opera; a tali problemi, è stato fatto fronte progettando e realizzando una struttura in acciaio zincato che può portare fino a 8 m di neve e resistere a venti fino a 180 km/h.
La scelta di questo materiale non è casuale: l’acciaio, infatti, è stato utilizzato per le sue ben note caratteristiche di resistenza alle sollecitazioni con sezioni relativamente contenute, mentre il processo di zincatura garantisce una protezione all'opera limitandone l’ossidazione e, di conseguenza, la manutenzione necessaria, abbattendone i costi.
Un altro punto di forza dell’opera è rappresentato dal contesto in cui essa è calata: come detto in precedenza, la funivia è la stessa che conduce agli impianti sciistici del ghiacciaio ed alla Caverna di Ghiaccio, di conseguenza, inserendo un’attrazione in un posto già di per sé molto frequentato, non fa altro che aumentare il numero di visitatori.
A livello di impatto ambientale inoltre, l’opera non è deleteria per la natura: gli ioni zinco rilasciati verranno immessi nell’atmosfera senza danneggiarla, in quanto questo è un elemento molto presente in natura e fondamentale per la vita delle piante.

Five-fingers Skywalk
Rimanendo nella regione austriaca della Alta Austria, ma spostandosi sul Monte Krippenstein, è possibile raggiungere il Five-fingers Skywalk, un belvedere panoramico che deve questo nome alla sua particolare forma che ricorda proprio le cinque dita di una mano: ogni dito misura 4 m di lunghezza e 1.20 m di larghezza, mentre il “palmo” è un semicerchio di raggio pari a 3.50 m.
Ogni dito ha una peculiarità: quello all’estremità sinistra, ovvero il pollice, è interamente realizzato in acciaio e alla sua estremità vi è posta una cornice in legno che consente ai turisti di immortalare il paesaggio ed ottenere una sorta di foto-dipinto; l’indice invece, è realizzato per metà in acciaio e per metà in vetro, dando così la sensazione di camminare sul vuoto, sospesi a 400 m di altezza; il medio ha una lunghezza inferiore rispetto alle altre piattaforme: esso infatti è percorribile solo per 2 m in quanto i successivi 2 m sono stati realizzati a mo’ di trampolino, senza protezioni, per massimizzare nei turisti la sensazione di libertà; le altre due piattaforme sono realizzate come il pollice.
Questa struttura, come detto, è situata nel Massiccio del Dachstein e, più precisamente, sul Monte Krippenstein; da lì si ha una visuale sull’intera vallata che ospita i paesi di Obertraun e Hallstatt: quest’ultimo da pochi anni è stato nominato patrimonio dell’UNESCO.
Lo Skywalk è situato all’interno di un comprensorio in cui sono collocate anche altre attrazioni, come ad esempio la Welterbespirale, anche conosciuta come “la nave di alluminio”, la Pionerkreuz e la Grotta dei Mammut; è comprensibile come la presenza di più fattori attrattavi incrementi il numero di visitatori.
Per raggiungere il belvedere bisogna prendere la seconda (Dachstein-Krippenstein II) delle tre funivie che si trovano nel comprensorio e, una volta scesi dalla funivia, sono necessari altri 20-25 minuti di cammino su un sentiero piuttosto pianeggiante; la facilità di raggiungimento rappresenta, senza ombra di dubbio, un punto di forza per l’opera.
Il belvedere è usufruibile 365 giorni l’anno, in quanto la funivia è sempre in funzione; date le ridotte dimensioni dell’opera, è consigliato l’accesso simultaneo di circa 30 persone, anche per godere al meglio la vista sul panorama circostante.
Anche in questo caso, la scelta del materiale è stata orientata sull’acciaio zincato per la sua elevata resistenza alla corrosione, la scarsa manutenzione richiesta e l’impatto ambientale pressoché nullo.
[...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Progetto di un belvedere panoramico al rifugio Carlo Franchetti

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Federico D'Onofrio
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi dell'Aquila
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria civile e ambientale
  Relatore: Massimo Fragiacomo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 68

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

acciaio
belvedere
tecnica delle costruzioni
ntc 2008
acciaio cor-ten
skywalk
ntc 2018
acciaio
belvedere
tecnica delle costruzioni
ntc 2008
acciaio cor-ten
skywalk
ntc 2018
attrazione turistica
progetto strutturale
progetto struttura in acciaio
lookout point
belvedere panoramico
struttura a sbalzo
progetto di una struttura in acciaio
tesi triennale ingegneria civile
skywalk in acciaio
calcolo strutturale di una struttura in acciaio
acciaio patinabile
tesi ingegneria civile
relazione tecnica struttura in acciaio
confronto acciaio cor-ten e acciaio al carbonio

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi