Skip to content

Cultivons la ville. Les différents objectifs de l’agriculture urbaine à l’Havane et à Paris.

La conversion du système technique de production agricole. De la Révolution Verte à la Réforme Biologique

Dans le paragraphe précédent nous avons vu que les deux premières révolutions agricoles étaient fondées sur la mécanisation et la technicisation du système de production agricole, en suivant la théorie fordiste. L’objectif de cette théorie était d'accroître la productivité et la production de l'entreprise grâce à plusieurs principes : la division du travail en une division verticale (séparation entre conception et réalisation) et en une division horizontale (parcellisation des tâches). L'apparition de chaînes de production et la standardisation permettant de produire en grandes séries.

L’application de ce modèle industriel au secteur agricole est généralement appelé « Révolution Verte ».
La « Révolution Verte » a été un modèle de production industrielle développé d’abord dans les Pays Occidentaux puis exporté dans les Pays en développement vers les années 1960. L’objectif est la maximisation de la production agricole pour l’exportation de ces productions à l’étranger. Pour obtenir le meilleur rendement de la terre, l’utilisation d’une série de 15
produits chimiques et industriels est nécessaire. Les pays tendront à se spécialiser dans très peu de productions agricoles pour obtenir un plus grand avantage dans la vente de ces produits. Généralement ces productions n’ont pas une valeur nutritive particulière (on pense à la canne à sucre à Cuba), et les cultures de subsistance avec une valeur calorifique et nutritive élevées sont exclues de la production parce qu’elles ne sont pas particulièrement rentables. Paradoxalement pour les Etats, il sera plus rentable d’acheter les aliments de base de l’étranger, avec le profit tiré de la vente des productions locales. Le scénario qui se présente normalement dans un pays qui applique la « Révolution Verte » est caractérisé par la présence de grands plantations de monocultures, comme les produits tropicaux (canne à sucre, bananes, fleurs ou fruits secs), le riz, le soja, le maïs, le blé ou le coton. Toutes les cultures qui ne sont pas particulièrement rentables sont supprimées, malgré leur importance dans la chaîne alimentaire. On pense aux légumes de base, aux produits maraîchers et aux autres céréales qui généralement ne se vendent pas. Au problème de la réduction de la biodiversité l’agriculture industrialisée ajoute d’autres complications environnementales. L’utilisation de pesticides et fertilisants rend les espèces cultivées plus vulnérables aux attaches parasitaires. En plus ces produits provoquent la stérilité des terrains en peu de temps par rapport au taux naturel de détérioration biologique de la fertilité.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Cultivons la ville. Les différents objectifs de l’agriculture urbaine à l’Havane et à Paris.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Mattia Morelli
  Tipo: Tesi di Master
Master in Sciences Sociales
Anno: 2011
Docente/Relatore: Polymnia Zagefka
Istituito da: Université Sorbonne Nouvelle, Paris III
  Lingua: Francese
  Num. pagine: 73

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

socialismo
agricoltura sostenibile
agroecologia
agricoltura biologica
parigi
rivoluzione verde
1993
riforma agricola cubana
agricoltura urbana
agriculture durable
agriculture urbaine
guerilla gardening
habana
havana
révolution verte
iheal

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi