Skip to content

La televisione contro la televisione

Informazioni tesi

  Autore: Roberta Sanzani
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Ferrara
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Giovanni Ganino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 87

Una delle conseguenze della digitalizzazione è sicuramente rappresentata dal tentativo sempre più incalzante di incorporare il linguaggio audiovisivo nella comunicazione dal basso attuata dagli utenti più attivi. Anche in Italia, già da qualche anno, gruppi di “mediattivisti” hanno cercato di sfruttare al massimo i media digitalizzati per dimostrare ai fruitori passivi, abituati e una cultura dove vige e regna il modello broadcasting, che tutti possono comunicare a tutto il mondo anche utilizzando il linguaggio audiovisivo. Dal 2002 sono fiorite grazie al lavoro di ridotte redazioni locali, piccole emittenti abusive che trasmettono in un raggio d’azione che non supera i 150-200 metri e che sono state poi raccolte nel circuito online denominato Telestreet.
Di queste, l’ammiraglia è la piccola OrfeoTV nata in un quartiere di Bologna.
Essa e le altre emittenti cercano di dimostrare che il linguaggio audiovisivo non deve essere appannaggio soltanto delle grandi aziende che possono disporre di somme stratosferiche di capitali e che la comunicazione audiovisiva non deve essere soltanto verticale e monodirezionale.
I componenti di queste realtà potrebbero però veder vanificato questo scenario costruito con un forte impegno e tanta determinazione a causa dell’avanzare del digitale terreste, che minaccia di vanificare gli sforzi dei mediattivisti rendendo di nuovo quasi impossibile per chi non possieda grosse somme di denaro ogni forma di trasmissione.. Alla luce di questa situazione, questa tesi si prefigge di analizzare la comunicazione messa in opera dalle tv di quartiere sia come fenomeno sociale sia dal punto di vista tecnico, confrontandone il modello comunicativo con la tradizionale modalità di trasmissione broadcasting.
Verranno analizzate le modalità produttive di tutta la filiera, ponendo anche un’attenzione particolare alle dinamiche sociali messe in essere sia all'interno delle reti sia il rapporto instaurato con i destinatari della comunicazione. Per ultimo verranno analizzate, in relazione ai possibili sviluppi futuri di queste realtà, la situazione attuale del settore televisivo per quanto riguarda il digitale terrestre e le possibilità offerte dalle nuove tecnologie telematiche, al fine di individuare una soluzione alla potenziale estinzione di questo innovativo esperimento socio-comunicativo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Il “medium è il messaggio” nel senso che “il messaggio di un medium o di una tecnologia è nel mutamento di proporzioni, di ritmo o di schemi che introduce nei rapporti umani”1. Secondo questa famosa teoria del sociologo canadese Marshall McLuhan, considerato uno dei padri degli studi incentrati sui media, il messaggio di un medium risiede nella sua stessa natura, ovvero negli effetti che esso suscita su chi ne è esposto prima ancora che nei contenuti che esso veicola. Tenendo presente questa teoria, divenuta ormai un assioma imprescindibile della mediologia moderna, si possono ben evidenziare gli effetti che hanno i cosiddetti new media, nati dalla digitalizzazione dei vecchi media e dalla loro continua ibridazione, sui propri fruitori; questo grazie al fatto che, sempre citando McLuhan, “oggi la velocità istantanea dell’informazione elettrica permette per la prima volta di riconoscere gli schemi e i contorni formali del mutamento”2. Uno dei “messaggi” della digitalizzazione, ovvero degli effetti più significativi dati da questa nuova tecnologia è certamente l’attitudine sempre più incalzante a non accontentarsi di essere fruitori di informazione, ma a farsi produttori e autori della stessa, specialmente grazie all’uso della rete telematica. Non è un caso il boom dei blog3, contrazione del termine web log, che significa “traccia su rete”4: se comunicare è stata una priorità dell’uomo fin dalla nascita del linguaggio, oggi più che mai questa esigenza è divenuta un’urgenza. La novità più significativa è sicuramente rappresentata dal tentativo sempre più incalzante di incorporare il linguaggio audiovisivo nella comunicazione dal basso attuata dagli utenti più attivi. A proposito di questo, anche in Italia, già da qualche anno, gruppi di “mediattivisti”5 –ancor prima di rivolgersi alla rete telematica – hanno cercato di 1 M. McLuhan, Gli strumenti del comunicare, Milano, Net, 2002, p.16 2 Ibidem 3 “Un blog è una pagina html, principalmente testuale, dove in maniera disinteressata e amatoriale una persona comune pubblica notizie, informazioni di vario genere, link e riflessioni personali di vario tipo” Eloisa Di Rocco, Mondo Blog, Hops Libri, in http://pro.html.it/articoli/id_332/idcat_48/pag_1/pag.html 4 http://www.rassegna.it/2004/larete/articoli/blog.htm 5 Con mediattivismo ci si riferisce alla pratica di fare informazione indipendente e comunicazione autogestita sfruttando i nuovi mezzi di comunicazione. 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comunicazione interattiva
comunicazione partecipata
convergenza dal basso
digitale terrestre
fruizione attiva
fruizione passiva
linguaggio audiovisivo
mediattivismo
orfeo tv
palinsesto
telestreet
tv di quartiere
tv di strada
tv interattiva
tv locali
web tv

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi