Skip to content

Il concetto della donna e della città nell'arte e nella letteratura surrealista

Informazioni tesi

  Autore: Sheila Pilli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e letterature straniere
  Relatore: Daniela Gallingani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 37

L'elaborato spiega l'ideologia dell'avanguardia artistica del surrealismo e le sue connessioni storico-politiche con i Marxisti.
La figura della donna e della città sono trasfigurate attraverso la tecnica dell'automatismo nei romanzi: Nadja di A. Breton, Les dernières nuits de Paris di P. Soupault e Le Paysan de Paris di L. Aragon.
Attraverso il tema dell'amore, del libertinaggio e della fugacità i tre scrittori surrealisti francesi descrivono al meglio les années folles a Parigi.
L'arte surrealista a volte definita anticonformista e rivoluzionaria faceva largamente uso dell'ipnosi, del sogno e dell'inconscio: fondamentali attività di studio di Freud ed Hegel.
La Liberazione dello spirito provocava nuove forme d'arte come quella del collage, frottage, grattage, decalcomania, fumage e il Ready-made attraverso le quali la donna e la città vengono nuovamente e liberamente interpretate da artisti come Marx Ernst, Joan Mirò, René Magritte, Salvator Dalì.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 1. IL SURREALISMO Nel 1919 i poeti André Breton, Louis Aragon e Philippe Soupault fondarono la rivista Littérature, in cui partecipò ben presto Paul Eluard. L’anno successivo questi poeti aderirono al dadaismo 1 per poi distaccarsene nel 1922 quando Breton organizzò un congresso a Parigi che riuniva tutti gli artisti d’avanguardia nel quale si scontrarono con l’esponente dadaista Tristan Tzara. Breton affermava che Dada è un état d’esprit, mentre il surrealismo esplorava l’incoscienza, il meraviglioso, i sogni, la follia e gli stati allucinatori, come lo proverà nel 1921 la prima opera surrealista “Les champs Magnetiques” scritta da Breton e Soupault. Nel dicembre del 1924 apparve il primo numero della rivista La Révoluton Surréaliste, così chiamata perché tra i vari temi che proponeva emersero racconti di sogni, testimonianza della volontà di ricerca e di sperimentazione che fecero dei surrealisti dei veri e propri rivoluzionari in campo letterario. Inoltre, la rivista racchiudeva diversi articoli di Breton che trattavano il ruolo della pittura, accordandone lo stesso ruolo della letteratura, questi articoli daranno vita successivamente all’opera “Le Surréalisme et la Peinture”. La fondazione ufficiale del gruppo che si creò attorno a Breton fu il 1924, ed punto d’incontro fu il Café Cyrano di Parigi. Nel 1924 uscì il primo Manifesto del Surrealismo di André Breton. Questa prima fase che va dal 1923 - 1925 fu definita come il periodo eroico del surrealismo con la creazione d’un Bureau de Recherches Surréalistes, ovvero la Centrale Surrealista, generatrice di nuove idee che si alimentava dalla vita stessa dei membri del gruppo ma ospitava anche tutti i folli, i rivoluzionari, gli inadatti e i sognatori. Sebbene durante i suoi primi anni il movimento surrealista sia stato soprattutto letterario, esso riuscì a trovare dei pittori di riferimento come De 1 Il movimento artistico Dada nacque nel febbraio del 1916 a Zurigo nel corso di varie serate al cabaré Voltaire,animate da un gruppo di artisti che fuggivano dalla guerra e che si erano rifugiati in Svizzera. Il termine Dada che “non significa niente” sarebbe stato scelto nell’aprire a caso il dizionario e perché rispecchiava il fine ultimo distruttivo e la visione pessimistica di quest’arte.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi