Skip to content

Metodologie di caratterizzazione e qualificazione dimensionale e superficiale di microcomponenti.

Estratto della Tesi di Giuseppe Bottalico

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO 1 13 per questi apparecchi elettronici una riduzione al di sotto dei 22nm, si deduce come la fabbricazione di nanostrutture sia diventata da tempo un’area di ricerca tecnologicamente importante [6]. Le proprietà magnetiche di un hard disk di un computer sono influenzate da una regione superficiale con spessore di diversi nanometri. Per minimizzare l’attrito statico presente sulla superficie del disco, la lucidatura della superficie è seguita da un processo di testurizzazione 1 che produce scanalature circonferenziali o di testurizzazione laser [7]. 1.2.2.2 Dispositivi MEMS La sigla MEMS sta per microsistemi elettromeccanici (Micro Electro-Mechanical Systems), e sono gli antesignani storici che hanno consentito di rendere la nanotecnologia una realtà. Questi dispositivi sono stati alla base di tutti i principali dispositivi elettronici e microelettronici allo stato solido, tipo i chip. Lo sviluppo di questi componenti è stato così rapido che sono stati riconosciuti come una delle tecnologie piø promettenti del XXI secolo, capaci di rivoluzionare sia il mondo industriale, sia quello dei prodotti di largo consumo. I MEMS sono un insieme di dispositivi di varia natura (meccanici, elettrici ed elettronici), dell’ordine di grandezza del micron, integrati in forma altamente miniaturizzata su un substrato di silicio, che coniugano le proprietà elettriche dei sistemi integrati a semiconduttore con proprietà opto-meccaniche. Si tratta dunque di sistemi che abbinano funzioni elettroniche, di gestione dei fluidi, ottiche, biologiche, chimiche e meccaniche in uno spazio ridotto, integrando la tecnologia dei sensori e degli attuatori e le piø diverse funzioni di gestione dei processi. La tecnologia dei microsistemi è adottata negli ambiti applicativi piø vari, molti dei quali si basano sulla realizzazione di complessi apparati opto-elettronici, quali per esempio commutatori per segnali laser, sensori per telescopi, lenti deformanti, proiettori e display avanzati, ma anche sensori per misure sofisticate, accelerometri di precisione, scanner retinici, otturatori digitali, interferometri. Nell’ambito dell’elettronica delle microonde (1GHz - 100GHz), il dispositivo MEMS è impiegato come singolo interruttore per realizzare applicazioni piø complesse come sfasatori, reti di adattamento, filtri risonanti, reti di alimentazioni per antenne e sistemi riconfigurabili. Anche nella tecnologia della chimica e 1 La testurizzazione è un procedimento tessile atto a conferire specifiche caratteristiche ai fili continui. Trattandosi di un procedimento termo-meccanico, si presta particolarmente per le fibre chimiche che, per la loro termoplasticità, assumono una deformazione permanente delle singole bave componenti.
Estratto dalla tesi: Metodologie di caratterizzazione e qualificazione dimensionale e superficiale di microcomponenti.

Estratto dalla tesi:

Metodologie di caratterizzazione e qualificazione dimensionale e superficiale di microcomponenti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giuseppe Bottalico
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Politecnico di Bari
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria meccanica
  Relatore: Antonio Ludovico
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 177

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alluminio
polimeri
microscopio ottico
minitab
metallici
provino
pom
microcomponenti
rugosimetro
stampaggio a iniezione
elettroerosione
lcp

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi