Skip to content

Peter Pan: Mito e Dramma

Estratto della Tesi di Conrado De Vita Berlinck

Mostra/Nascondi contenuto.
11 - Recita in cinque atti: nel 1904 Peter Pan sbarca a teatro, la sua forma più riuscita, che fino a oggi viene riproposta, reinterpretata, ricodificata, trasposta su altri media; opera che rappresenta, assieme a Peter Pan in Kensington Gardens, la prevalente fonte di quest’analisi; - Recita in atto unico: Pantaloon (1905) è una recita estrapolata da una scena cancellata da Peter Pan, ispirata alla Commedia dell’Arte (Harlequinade, com’è nota in Gran Bretagna) in cui Uncino, impersonando uno schoolmaster, cerca Peter Pan, vestito da Arlecchino, nei Giardini di Kensington dove si è stabilito con Wendy. Con un incantesimo, Campanellino trasforma tutti i bambini in pagliacci, in modo da confonderlo. La scena doveva rappresentare la supremazia dell’Arte, ma venne esclusa in quanto Uncino venne assumendo sempre maggiore importanza all’interno della trama; 9 - Balletto: Anche The Origin of Harlequin (1905) ha le sue origini dalla Harlequinade ambientata nei Giardini di Kensington che sta all’origine di Pantaloon. 10 - Romanzo per bambini: Peter and Wendy (1911) è un romanzo infantile tratto dalla pièce, nelle intenzioni indirizzata soltanto ai più piccoli. La trama muta leggermente, facendosi anche più descrittiva delle numerose indicazioni dell’autore presenti nel testo teatrale, per quanto concerne la psicologia dei personaggi, e si conclude pressappoco con la situazione descritta nell’atto An Afterthought; - Sceneggiatura: Sollecitato dalla Paramount, Barrie scrisse anche un adattamento cinematografico di Peter Pan. Il suo entusiasmo per il medium allora agli albori era immenso, vista l’audience che avrebbe potuto raggiungere e la potenza espressiva della celluloide, più che adatta a rappresentare la sua fantasia. La casa di produzione tarpò le ali al suo sogno, rifiutando lo script e preferendo costruire un film di snapshots della recita, diretto da Brenon, non particolarmente apprezzato da Barrie; 11 - Racconto breve: In The Blot on Peter Pan (1927), Barrie viene sconfitto come drammaturgo da un bambino prodigio che affronta il problema delle parole come codice da un nuovo punto di vista, mandando in scena, nell’intervallo di Peter Pan mentre l’autore non è in sala, un suo spettacolo basato su un enigma scritto in una lingua tutta sua. 12 - Conferenza: Accettando la “sfida” del rettore della celebre scuola, Barrie redige il discorso Jas. Hook in Eton (1927), facendo luce sul passato del pirata nel rinomato collegio; la sua appartenenza al club POP, che raccoglieva la crème degli studenti; la sofferenza del rapporto con i compagni di studio; le vedute politiche; il bizzarro colorito giallognolo del suo sangue; infine, l’onorevole sacrificio che compie cancellandosi dagli archivi della scuola per non macchiarne il nome. 13                                                               9 Ronald Dyce Sadler Jack, The Road to the Neverland: a Reassesntment of J.M. Barrie's Dramatic Art, Aberdeen: Aberdeen University Press, 1991, p. 165. 10 Ibidem. 11 Ivi, pp. 189-190. 12 Ivi. p. 165. 13 Cfr. James Matthew Barrie, “Jas. Hook in Eton”, (1927), in Id., Peter Pan, trad. it. di Milli Dandolo, Milano: Einaudi, 2008, poss. 3772-3972.
Estratto dalla tesi: Peter Pan: Mito e Dramma

Estratto dalla tesi:

Peter Pan: Mito e Dramma

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Conrado De Vita Berlinck
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Bergamo
  Facoltà: Lingue, Letterature Straniere e Comunicazione
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Fabio Cleto
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 82

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

novecento
infanzia
wendy
barrie
pan
peter
fanciullino
senex
puer
sperduti

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi