Skip to content

LO STRAPPO - cambiamenti illogici e repentini nel gusto-

Estratto della Tesi di Flavia De Marco

Mostra/Nascondi contenuto.
12 Oz, suoi racconti preferiti, perché già affascinata dall’immagine del corpo ed in particolare dalle narrazioni in cui lo “straordinario travolgeva il quotidiano” 10 , storie gotiche e tutto ciò in cui era la fantasia a dominare la realtà. Frequentò la Ethical Culture School e le sue doti artistiche spiccarono fin da bambina, così come il suo carattere turbato e insofferente, attraverso di esse. Il suo professore d’arte Vic- tor D’Amico ricorda che una volta diede come compito alla sua classe di disegnare una ca- sa di fantasia. La maggior parte degli alunni disegnò case tradizionali in stile Tudor, Diane, invece, fu l’unica a disegnare una casa rotonda con finestre ovunque e pochi mobili affin- ché non rischiasse di urtarli mentre camminava nel buio, cosa che stranamente le piaceva, la faceva sentire al sicuro e a suo agio. Considerava il buio “rifugio in cui acquattarsi ed aspettare i mostri ed il brivido di terrore che le facevano provare.” 11 La vita di Diane non è sempre stata di libri e solitudine interiore, ciò che l’ha sempre segui- ta fin dalla nascita era l’arte. La sua famiglia ne era intrisa: la nonna paterna, impeccabile sarta, insegnò l’arte del cucire al figlio, futuro padre della fotografa, il quale aveva appreso dalla madre anche le tecniche dell’acquarello. David Nemerov infatti, nei suoi viaggi d’affari a Parigi, da cui riprendeva gli stili e le ultime mode delle passerelle, cercava sem- pre di ritagliarsi del tempo libero e raffigurare, fogli e matite alla mano, splendidi scorci della Ville Lumière. Era nel DNA dei Nemerov e Diane lo ereditò totalmente, tant’è che il padre prese la decisione di farle seguire lezioni di disegno dopo scuola da Dorothy Thom- pson, illustratrice di Russeks. Questa figura, probabilmente la prima beatnik che incontrò, fu importante per Diane: le impartiva due volte a settimana lezioni di disegno e poi, insie- me, andavano al Met e le parlava d’arte. La vera svolta con questa donna, però, fu l’approccio agli acquarelli di Grosz che dal liceo in poi non avrebbe mai più abbandonato Diane. A soli quattordici anni incontrò il suo Romeo a prima vista, come in una delle tante storie di fantasia di cui andava ghiotta. Si chiamava Allan Arbus, bello, magro e riccioluto. Di giorno svolgeva la mansione di fattorino presso Russeks e la sera frequentava il college. Anche lui amava l’arte e voleva fare l’attore. Invaghiti l’un l’altro erano disposti a sposarsi appena adolescenti, ma ovviamente la famiglia di Diane si oppose dando involontariamen- te vita ad una relazione clandestina che durò a lungo. In questo periodo, grazie ad Allan, la giovane Nemerov riscoprì sé stessa e raggiunse una maggiore consapevolezza del proprio corpo, fino ad allora ulteriore elemento di paura e vergogna, abbandonandosi anche ad un 10 Ivi, p. 33 11 Ivi, p. 29
Estratto dalla tesi: LO STRAPPO - cambiamenti illogici e repentini nel gusto-

Estratto dalla tesi:

LO STRAPPO - cambiamenti illogici e repentini nel gusto-

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Flavia De Marco
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Beni culturali
  Corso: Culture e Tecniche della moda
  Relatore: Federica Muzzarelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 46

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

moda
estetica
sociologia
fotografia
baricco
gusto
jean paul gaultier
diane arbus
strappo
cultura visuale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi