Skip to content

L'analisi di impatto della regolazione: la difficile integrazione nel processo di policy making

Estratto della Tesi di Barbara Dose

Mostra/Nascondi contenuto.
8 Almeno in parte, il ritardo nell’adozione dell’Air da parte di alcuni paesi potrebbe derivare da un certo scetticismo nei confronti dell’Air medesima, o meglio, rispetto alla sua applicazione; scetticismo, per la verità, non del tutto estraneo anche a realtà che, nondimeno, parrebbero invece aver consolidato l’adozione di questa metodologia. Come riporta l’Oecd,”Rias were the subject of considerable criticism. The most important weakness, picked up by the NAO 5 , was the lack of integration of Rias into the policy making process, meaning that they were rarely used to challenge the need for regulation and influence policy decisions. In effect, senior officials and ministers tended to ignore Rias or use them as an ex post justification for decisions that had already been made. Rias often did not come early enough in the policy-making process, and did not set out the case for regulation clearly enough (the reason for government intervention, the exact nature of the problem, data on costs and benefits).” (Oecd, 2010, pg. 97). L’Oecd, già nel 2005 precisava che “When Ria is not integrated with the policy-making process, impact assessments become merely justifications of decisions after the fact or meaningless paperwork. Integration is a long term process, which often leads to significant cultural change within regulatory ministries and among consumers of the analysis, primarily ministers and legislators” (Oecd, 2005). Non manca, nel dibattito internazionale, anche statunitense, una critica più specifica nei confronti degli approcci monetari, vale a dire, in particolare, rispetto all’utilizzo dell’analisi costi-benefici. Alla radice di tale critica vi sarebbe soprattutto, ma non solo, la contrapposizione tra efficienza ed equità (Pedrini, 2010). Come ricorda Salvi, infatti, “…l’Abc – l’analisi costi-benefici – e le sue varianti parziali sono tradizionalmente oggetto di critiche sia sul piano concettuale quanto su quello tecnico. Per quanto riguarda il primo aspetto, il giudizio più radicale agli approcci monetari riguarda la loro infondatezza sul piano etico. In primo luogo, infatti, richiedendo l’individuazione di un prezzo per ogni effetto, essi porterebbero a mercificare beni e valori fondamentali, come la stessa vita umana. In secondo luogo, essi rappresenterebbero metodi di giudizio intrinsecamente iniqui, ignorando gli impatti distributivi delle scelte pubbliche e sacrificando, tramite l’operazione di attualizzazione, la considerazione del benessere delle generazioni future. A livello tecnico, inoltre, la realizzazione dell’Abc è di fatto spesso ostacolata dall’insufficiente disponibilità di dati sui fenomeni indagati e sulla mancata formulazione, da parte dei soggetti preposti alla programmazione delle politiche pubbliche, di alcuni parametri essenziali dell’analisi (tipicamente, il tasso di sconto sociale).” (Salvi, 2013, pagg. 9,10). 5 National Audit Office: struttura che svolge un’attività di controllo della spesa pubblica per conto del Parlamento del Regno Unito (NAO, 2011).
Estratto dalla tesi: L'analisi di impatto della regolazione: la difficile integrazione nel processo di policy making

Estratto dalla tesi:

L'analisi di impatto della regolazione: la difficile integrazione nel processo di policy making

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Barbara Dose
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Management Pubblico - MAP
  Relatore: Gloria Regonini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 32

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

autorità indipendenti
politiche pubbliche
autorità per l'energia
regolazione
ria
air
regulatory impact analysis
aeeg
analisi d'impatto della regolazione
aeegsi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi