Skip to content

Il valore dell'aequitas nella formazione del Ius honorarium

Estratto della Tesi di Michele Stravato

Mostra/Nascondi contenuto.
10 qualche valore, rappresentato dall’ aequitas stessa, in quanto questa, veniva deificata o comunque considerata alla stregua di oggetto di venerazione 7 . Un’altra testimonianza, un’iscrizione anch’essa da collocarsi presumibilmente nel periodo delle origini, in età arcaica, parla di un Rex Aequeicolus, re degli Equicoli una popolazione che fu distribuita lungo la valle del Salto ( Rieti ), residuo della antica nazione degli Equi, il cui territorio, originariamente ben più vasto, dopo la conquista romana ( fine IV- inizi III sec. a.C. ) venne circoscritto in quest' area nel cuore dell' appennino centrale, probabilmente corrispondente alla sua sede primitiva. In particolare, la tradizione letteraria parla di due re degli Equicoli, Septimus Modius e Ferter Resius. Al secondo, viene attribuita l' introduzione a Roma, al tempo del re Numa od Anco Marzio, ( non vi è certezza nelle fonti ), dello ius fetiale, in virtù del quale venivano nominati dei sacerdoti, detti feziali 8 , il cui compito era quello di regolare i rapporti con le popolazioni confinanti, tanto nei trattati di pace quanto nelle dichiarazioni di guerra. Questa notizia viene altresì 7 Giovanna Alvino, Gli equicoli i guerrieri della montagne, in Aequa, rivista trimestrale di archeologia, pubblicato nel relativo sito internet: www.aequa.org 8 I Feziali ( Fetiales o Feciales ) costituivano un collegio sacerdotale di venti unità risalente all’antica Roma monarchica, scelti in principio solo fra i patrizi e successivamente solo nella tarda età repubblicana anche fra i plebei. Si potrebbe sostenere che, il loro compito fosse quello di preservare, di custodire, gli aspetti formali del diritto internazionale, inteso come in relazione ai rapporti tra Roma e le altre popolazioni, in tempo sia di pace che di guerra ( ius belli ). A capo di questo sacerdozio vi era il magister fetialum in carica per un anno, eletto dagli altri feziali con il compito di guidare la politica del collegio coordinandola con le decisioni del senato e delle assemblee, per fare da intermediario nella stipula di patti internazionali o nella dichiarazione di guerra con altri popoli. Tali notizie deriverebbero da Aulo Gellio, N.A.; XVI,4arg, secondo cui: -Quo ritu quibusque verbis fetialis populi Romani bellum indicere solitus sit his quibus populus bellum fieri iusserat . Tr. Con quale rito e quali parole sia solito il feziale del popolo romano dichiarare guerra a coloro contro i quali il popolo avesse deciso di dichiarare / condurre una guerra.
Estratto dalla tesi: Il valore dell'aequitas nella formazione del Ius honorarium

Estratto dalla tesi:

Il valore dell'aequitas nella formazione del Ius honorarium

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Michele Stravato
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Luigi Piero Zannini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 296

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

equità
ius honorarium
iurisdictio
diritto positivo
aequitas
interpretazione caso concreto
celso e kelsen
bonum et aequum

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi