Skip to content

La Città Santa di Gerusalemme. Gli aspetti ecclesiasticistici e internazionalistici

Estratto della Tesi di Anna Maria Mangia

Mostra/Nascondi contenuto.
Cap 2: La questione di Gerusalemme 2.1 il significato religioso di Gerusalemme Il tema della centralità di Gerusalemme nella storia umana ricorre con un’intensità ed una frequenza certamente sproporzionate rispetto alla modesta importanza politica ed economica della città; le antiche carte geografiche la raffigurano al centro della terra, punto d’incontro tra Europa, Asia ed Africa, i letterati la descrivono come umbilicus mundi, i teologi si servono del suo nome per indicare il regno dei cieli ( la Gerusalemme Celeste ). Il motivo per cui la città esercita una singolare attrazione sulla coscienza degli uomini è il seguente:Gerusalemme rappresenta il punto geografico dell’incontro tra Dio e l’uomo. Questo incontro va letto nel differente contesto delle tre religioni monoteiste ed assume pertanto forme diverse in ciascuna di esse; è opportuno quindi richiamare le ragioni della predilezione di cui Gerusalemme è oggetto nel mondo cristiano, ebraico e musulmano. Per quanto concerne il cristianesimo, va innanzitutto rilevato che Gerusalemme è il luogo dove si compiono gli eventi centrali della storia della salvezza, quelli legati alla morte e resurrezione di Cristo; a differenza dell’ ebraismo il legame fondamentale del cristianesimo non si instaura con un luogo geografico ma con una persona, Gesù Cristo, e ciò conferisce alla religione cristiana una dimensione universale che trascende i confini di una specifica regione, ma ciò non implica che essa debba venire disincarnata dalla terra nella quale ha avuto origine 1 . Sta qui l’origine dell’ attrazione che la Terra Santa, in particolare Gerusalemme, ha sempre esercitato sui cristiani: i pellegrini che fin dall’origine del cristianesimo 2 convergono sulla Palestina da ogni parte del mondo e gli ordini cavallereschi sorti nel Medio Evo, per garantirne la sicurezza durante il viaggio verso Gerusalemme, i religiosi (primi fra tutti i francescani) che a partire dal XII secolo vi si stabiliscono e gli stessi crociati, che nella liberazione del Santo Sepolcro trovano una 1 S. FERRARI, Quale status per Gerusalemme?, in <>, Aprile-Giugno 1985, p.140 2 Dopo la morte di Gesù i suoi seguaci non pensavano certo di dare vita a una nuova religione: continuavano a vivere come ebrei osservanti, andando tutti insieme a pregare nel Tempio. La comunità di Gerusalemme, comprendeva alcuni ebrei di lingua greca non originari della Palestina chiamati elleni; la loro guida era Stefano. Questi, accusato dalla comunità ebraica di parlare contro la Torah e contro il Tempio fu condannato alla lapidazione ( la Chiesa venera Stefano come protomartire) e la comunità da lui guidata dovette abbandonare la città. Gli elleni fondarono chiese in Fenicia, a Cipro e ad Antiochia. Fu qui, che i seguaci di Gesù furono chiamati per la prima volta “cristiani” dopo aver affermato che Gesù era il Christos , l’Unto, il Messia. Nel 40 d.C. alla comunità di Antiochia si unì un ebreo, Paolo di Tarso, un tempo loro avversario ma che, mentre si trovava in viaggio verso Damasco per perseguitare la chiesa locale, si convertì in seguito a una visione di Gesù. Paolo giunse alla conclusione che Gesù aveva sostituito la Torah come principale rivelazione di Dio al mondo. Paolo avrebbe insegnato ai cristiani che Gesù era il luogo della salvezza, ma per gli ebrei convinti che il Tempio, sul monte Sion, rappresentasse il mezzo per accedere a Dio, tutto ciò era blasfemo. ( cfr ARMOSTRONG, op. cit., pp. 142-143). 10
Estratto dalla tesi: La Città Santa di Gerusalemme. Gli aspetti ecclesiasticistici e internazionalistici

Estratto dalla tesi:

La Città Santa di Gerusalemme. Gli aspetti ecclesiasticistici e internazionalistici

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Anna Maria Mangia
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Bari
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Raffaele  Coppola
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 71

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

gerusalemme
citta santa
lo statuto della città santa nella risoluzione 181
santa sede e olp
significato religioso di gerusalemme
la nascita dello stato di israele e santa sede

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi