Skip to content

Tailam: gli olii medicinali dell'Ayurveda

Estratto della Tesi di Andrea Morello

Mostra/Nascondi contenuto.
Cenni storici E' nel 1500/1250 a.C. che si suppone siano arrivati gli Arya, i "Nobili", termine indoiranico che designa l'aristocrazia guerriera, indicante le popolazioni insediatesi negli attuali Iran orientale, Afghanistan e Pakistan, e da lì diffusesi sia ad Oriente che ad Occidente 24 . I Veda ("il sapere per eccellenza") costituiscono l'insieme dei testi che rappresentano la religione e le esperienze religiose che le tribù Arie portarono con sè in India. Il "sapere" è stato formulato da Bhrama ed emanato sotto forma di parole, ricevuto dai veggenti ispirati (i rsi) come rivelazione (sruti) diretta. Il gruppo più antico di opere è rappresentato dalle samhita (collezioni), generalmente in versi, trasmesso nel tempo per via orale nella linea di discendenza dei "bardi"/veggenti; inni, preghiere, formule rituali e sacrificali sono raccolte nei testi Rgveda, Yajurveda, Samaveda e Atharvaveda 25 . I Brahmana, ("testi relativi al brahman" o "Testi per i bramhmani") sono i commentari teologici delle samhita; ognuna di esse possiede i propri Brahmana. Le successive speculazioni sono quelle mistico cosmologiche delle Upanisad (upa+ni+ sad: "insegnamento confidenziale dato ai discepoli che stanno vicini"). A questi testi si attribuisce l'origine dell'Ayurveda, più in particolare gli autori Caraka e Susruta la considerano un upaveda ( "veda che sta in basso") dell'Atharvaveda 26 . Evidente è l'accostamento di carattere magico e religioso alle cause della malattia ed ai relativi rimedi 27 . Gli inglesi arrivarono in India all'inizio del diciassettesimo secolo con l'insediamento della East India Company, sciolta nel 1858 allorchè l'India fu posta direttamente sotto il dominio inglese. L'interazione tra mondo britannico e medicina indiana riflette la più generale evoluzione del rapporto tra cultura indiana e amministrazione coloniale. Tale rapporto può essere distinto in due fasi. Una, dall'inizio della penetrazione coloniale fino alla metà degli anni trenta dell'Ottocento, è caratterizzata da una collaborazione nel campo della medicina tra britannici e indiani. La seconda fase, dagli anni Trenta dell'Ottocento fino all'Indipendenza dell'India, corrisponde a una progressiva separazione tra le due culture 28 . Nel 1858 venne formulata la British Pharmacopoeia, attestando di fatto una regolamentazione dei farmaci che rese i medici britannici in India molto critici verso la grossolanità dei medicamenti locali 29 . Oltre che nella storia politica, la divergenza tra medicina occidentale e indiana si accrebbe 24 G. Filoramo, Hinduismo, ed.Laterza, pag.4 e seg. 25 M.Piantelli, in Hinduismo, pag. 18 26 Caraka Samhita, XXX, 20-26 edizione basata sulla Cakrapani Datta Ayurveda Dipika, Sharma e Dash, 2006, Vol.I, prefazione 27 Medicina Orientale, AAVV, Zanfi Editori, Modena, 1995, pag. 20. Anche Religious Healing in the Veda, di Zysk, American Philosophical Society, Philadelphia 1985 28 Rao M.S.The historyof medicine in India and Burma , Medical history 12 (1), gennaio 1968, p.56-57 29 D. Wujastyk, La Medicina in India, in Medicina Orientale, AAVV, Zanfi Editori, Modena, 1995, pag. 34 11
Estratto dalla tesi: Tailam: gli olii medicinali dell'Ayurveda

Estratto dalla tesi:

Tailam: gli olii medicinali dell'Ayurveda

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Morello
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Farmacia
  Corso: Farmacia e farmacia industriale
  Relatore: Carlo Bicchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 77

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

fitoterapia
ayurveda
massaggio
olii medicinali
tailam
farmacopea

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi