Skip to content

L'Europa cambia l'Europa

Estratto della Tesi di Gabriele Chignoli

Mostra/Nascondi contenuto.
1.1.2 L’IDENTITÀ POLITICO-ECONOMICA Molti secoli dopo, per meglio dire più di un millennio dopo, una grande personalità ha mantenuto la scena e segnato la storia europea in maniera importante, Carlo V d’Asburgo. Stavolta non è un’ideologia condivisa attraverso secoli da più personalità, come era quella romana, a tentare di essere portatrice di unità e coesione, stavolta tutta la forza ed i tentativi di mantenere compatto un unico grande “stato”, anche se la concezione moderna della parola non è ancora in voga, risiedono in una sola persona, tanto che al momento dell’abdicazione di Carlo V il Sacro Romano Impero 19 Germanico cadrà su se stesso poiché troppo vasto, difficile da amministrare da parte del fratello Ferdinando I e del figlio Filippo II, coloro tra i quali Carlo suddividerà ed affiderà i territori imperiali. Il famoso impero “su cui non tramonta mai il sole” comprendeva, successivamente all’ascesa di Carlo V territori diversissimi tra loro per 20 lingua, costumi, istituzioni, e per di più senza continuità territoriale: si estendeva dall’estremo Oriente all’America latina, insieme ovviamente a svariate fette di Europa. Due caratteristiche rendono sostanzialmente l’impero asburgico diverso da quello romano, la prima esterna all’impero che non si può non considerare, è data dalla presenza dello Stato Pontificio che rappresenta una guida spirituale per i popoli del tempo: ricordiamo che in epoca romana non vi era una religione ufficiale, ma i culti erano sostanzialmente legati alla tradizione pagana fino ai due editti del IV secolo d.C. . Questa nuova caratteristica affermatasi durante il Medioevo nel mondo, porta 21 con se un potere temporale enorme e proprio il dualismo Chiesa-Stato è alla base prima degli equilibri politici medioevali, poi si protrarrà fino al momento dell’unità d’Italia, conoscendo l’inizio della sua crisi con la presenza di Carlo V , che si farà proprio portatore della cristianità nel mondo, ma sarà anche protagonista di atti fondamentali allo sgretolamento dell’istituzione Chiesa: basti pensare al sacco di Roma da parte di 22 truppe appartenenti all’imperatore; oppure la formulazione del principio “cuius regio, eius religio” , che, nella Pace di Augusta del 1555, dava la libertà ai principi tedeschi di 23 scegliere la propria religione tra la Cattolica e la Protestante ed ai loro sudditi di seguirli. L’altra caratteristica è invece interna alla struttura dell’impero ed è quella di 9 “Con l’atto clamoroso dell’abdicazione (1556), l’imperatore che aveva lottato per circa un quarantennio 19 per dar vita al fantasma dell’Impero universale, dichiarava ufficialmente il proprio fallimento.” VIDOTTO, GIARDINA, SABBATUCCI, Nuovi profili storici, volume 1, p. 598 “[…] Carlo, figlio di una figlia dei Re Cattolici, non ereditava solo i domini aragonesi di Ferdinando, 20 ma anche quelli castigliani di Isabella, che comprendevano i nuovi possedimenti americani. Da suo padre Filippo d’Amburgo gli veniva inoltre il dominio dei Paesi Bassi, della Franca Contea (nella Francia orientale) e di altri territori che erano appartenuti al Ducato di Borgogna” VITTORIO VIDOTTO, RENATA AGO, Storia moderna, Bari, Laterza, 2004, pp. 54-55 “[…] l’editto di Milano del 313 […] l’editto di Tessalonica del 380 […]” RONCORONI, GAZICH, 21 MARIONONI, SADA, Documenta humanitatis, volume 3B, p. 140 “Nel 1527 una massa di 12.000 mercenari al servizio dell’imperatore, radunata nel Tirolo meridionale, 22 scese in Italia. Esasperati per il mancato pagamento del soldo arretrato, i mercenari posero di loro iniziativa l’assedio a Roma […] Per circa otto lunghissimi mesi […]” VIDOTTO, GIARDINA, SABBATUCCI, Nuovi profili storici, volume 1 p. 590 “La religione corrisponda a quella di chi possiede il paese” Ivi, p. 597 23
Estratto dalla tesi: L'Europa cambia l'Europa

Estratto dalla tesi:

L'Europa cambia l'Europa

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Gabriele Chignoli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
  Facoltà: Lettere
  Corso: Lingue e culture moderne
  Relatore: Bruna Di Sabato
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 30

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi