Skip to content

L'elefante di pietra. Iconografia, iconologia e simbologia della Torre dell'Elefante di Cagliari

Estratto della Tesi di Cristiano Perra

Mostra/Nascondi contenuto.
rotto dal mento infin dove si trulla: tra le gambe pendevan le minugia […]. Mentre che tutto in lui veder m’attacco, guardommi, e con le man s’aperse il petto, dicendo: «Or vedi com’io mi dilacco! vedi come storpiato è Maometto! Dinanzi a me sen va piangendo Al , í fesso nel volto dal mento al ciuffetto. E tutti li altri che tu vedi qui, seminator di scandalo e di scisma fuor vivi, e per son fessi cos . ò í Un diavolo è qua dietro che n’accisma s crudelmente, al taglio de la spada í rimettendo ciascun di questa risma, quand’avem volta la dolente strada; per che le ferite son richiuse ò prima ch’altri dinanzi li rivada. […]” capitolo XXVIII, vv. 22-42 12 . Secondo una leggenda medioevale, Maometto, fondatore dell’islamismo, era un cristiano apostata; addirittura un cardinale che, deluso nella speranza di essere eletto pontefice, avrebbe introdotto una nuova setta e dato così inizio ad un vero e proprio scisma, nel senso canonico della parola. Ma per Dante, se pure conosceva questa leggenda, bastava solo il fatto che “l’errore” di Maometto avesse creato una frattura profonda e cruenta nella società ed un ostacolo grave al compimento dell’unità religiosa di tutti gli uomini perché fosse condannato ad una così atroce pena nella nona bolgia dell’Inferno della sua “Commedia” 13 . Questi sentimenti di ripulsa e di condanna provavano coloro che avevano direttamente o indirettamente avuto a che fare con la violenza araba, tanto da trasformarsi col tempo in luogo comune che, attraverso una buona dose di ignorantia ovvero di reale non-conoscenza del “diverso”, era destinato a radicarsi fortemente nelle coscienze tanto da interferire per molti secoli sulle scelte politiche occidentali. Ma l’altra faccia della medaglia del rapporto tra l’Occidente ed il mondo arabo aveva un’accezione positiva ed era rappresentata dai proficui contatti di natura economico-commerciali che si instaurarono tra le due parti, soprattutto tra le regioni mediterranee sotto il controllo musulmano e le Repubbliche marinare che traevano vita dai commerci marittimi. In seguito, i rapporti si resero più articolati e inevitabilmente l’interscambio culturale che ne conseguì decretò un importantissimo sviluppo del sapere occidentale che non poco attinse dalla saggezza della più evoluta civiltà araba in ambito tecnico, scientifico, artistico e culturale. Dopo la conquista della Sicilia, iniziata nel 827, i musulmani si erano diretti verso nord ed avevano creato basi sulle isole e sulle coste tirreniche. La loro audacia si era spinta tanto da oltrepassare la foce dell’Arno per addentrarsi con le agili fuste ai margini della città di Pisa. Secondo la tradizione vi fu anche un assalto al quartiere chiamato Kinzeca o Chinzica (oggi San Martino), stanziato nella riva sinistra del fiume che attraversa la città; l'attacco fu respinto dagli abitanti del luogo. 12 Alighieri 2004: 300-301. 13 ivi: 300 (nota 31). 13
Estratto dalla tesi: L'elefante di pietra. Iconografia, iconologia e simbologia della Torre dell'Elefante di Cagliari

Estratto dalla tesi:

L'elefante di pietra. Iconografia, iconologia e simbologia della Torre dell'Elefante di Cagliari

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Cristiano Perra
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Roberto Coroneo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 276

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cagliari
torre
urbanistica medievale
torre dell'elefante
simbologia dell'elefante
simbologia della torre
cagliari pisana
simbologia urbanistica
sardegna
elefante

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi