Skip to content

Algoritmi e tecniche di Segmentazione delle immagini

Estratto della Tesi di Gianluca Dario

Mostra/Nascondi contenuto.
15 Introduzione 6 INTRODUZIONE E’ giunto il momento - disse il Tricheco - di parlare di molte cose (1) L'uomo nella sua storia ha da sempre cercato di fissare le immagini della realtà o della fantasia. All’inizio con i graffiti, poi con la pittura e la scultura, infine con la fotografia. Nella realtà odierna le immagini hanno un’importanza sempre maggiore sia nel mondo della comunicazione, sia nei settori industrali come la robotica, sia per il telerilevamento e la biomedicina. C’è quindi un grande e chiaro interesse nei confronti delle tecniche e dei metodi che vengono utilizzati per rappresentare un’immagine, che permettono di migliorarne la visualizzazione e di estrarre delle informazioni. Negli ultimi decenni, i campi di applicazione continuano a moltiplicarsi tali da comprendere concretamente ogni ramo della scienza e della tecnologia. Si consolida quindi sempre di più la disciplina dell’image processing. Nel mondo della ricerca, l’image processing è una qualsiasi forma di elaborazione dei segnali per la quale l’input è un'immagine, come una fotografia o un frame video, e l’output può essere o un'immagine elaborata o un insieme di features o parametri relativi all'immagine. Molte delle tecniche di digital image processing sono state sviluppate nel 1960 presso il Jet Propulsion Laboratory, nel Massachusetts Institute of Technology, nell’University of Maryland, e in poche altre strutture di ricerca. Inizialmente riguardavano immagini satellitari, immagini mediche, il riconoscimento dei caratteri, e la valorizzazione della fotografia. Il costo era originariamente molto alto vista l'attrezzatura informatica dell’epoca. La situazione è cambiata nel 1970, con l’avvento di computer più economici e hardware dedicatie le immagini sono diventate elaborabili in tempo reale per alcuni problemi dedicati come la conversione di standard televisivi. La visione artificiale è l'insieme dei processi volti a creare un modello approssimato del mondo 3D ed avviene a partire da immagini digitali bidimensionali. Lo scopo è quello di riuscire a riprodurre l'occhio umano, non solo relativamente la visione, inteso come l'acquisizione di una fotografia, ma soprattutto inteso come l’esaminare e l’interpretare il contenuto di una scena. La computer vision è qunidi inserita in questo importante ambito e comprende metodi di acquisizione, di elaborazione e di analisi dei dati provenienti dal mondo reale con l'obiettivo di trasformare un’immagine in numeri e dati per raccogliere informazioni utili per la successiva rielaborazione. L’image segmentation si inserisce nel ramo di image processing come un processo fondamentale e problematico che consente al computer di partizionare un'immagine in regioni uniformi che corrispondono ad oggetti o a parti di oggetti rappresentati in essa. Viene utilizzata per ottenere una rappresentazione più compatta, per estrarre degli oggetti o come strumento che permette di suddividere l'immagine digitale in un insiemi di pixel omogeneo. Lo scopo della segmentazione è semplificare e/o modificare la rappresentazione delle immagini in qualcosa di più significativo e facile da analizzare. La segmentazione è quindi un primo passo verso l'estrazione di informazioni semantiche da una scena. Fino ai primi anni '80 la ricerca in questo settore si è concentrata sulle tecniche per estrarre il contorno degli oggetti, il cosiddetto edge detection, o a separate porzioni di oggetti, tramite tecniche di thresholding. Questi tecniche, definite come bottom-up, vanno a segmentare immagini a partire dalle caratteristiche di basso livello, a prescindere dal contenuto semantico dell’immagine stessa. D’altra parte, però, una segmentazione perfetta in oggetti significativi non può essere ottenuta senza una conoscenza di alto livello dell’immagine. La ricerca di determinati oggetti in una scena ha portato allo sviluppo di tecniche basate su modelli esclusivi, definiti come top-down, che consentono di ottenere buoni risultati se applicati a particolari problemi. Spesso, tuttavia, anche una conoscenza a priori della scena è insufficiente
Estratto dalla tesi: Algoritmi e tecniche di Segmentazione delle immagini

Estratto dalla tesi:

Algoritmi e tecniche di Segmentazione delle immagini

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Gianluca Dario
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Udine
  Facoltà: Interfacoltà Scienze Matematiche fisiche Naturali & Scienze della Formazione
  Corso: Comunicazione Multimediale e Tecnologie dell'informazione
  Relatore: Christian Micheloni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 142

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

immagini
digitali
tecniche
region growing
segmenzione
rhswo
hseg
graph cut
grab cut
taglio normalizzato

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi