Skip to content

L’impatto della crisi sul mercato del lavoro giovanile: come evitare una lost generation?

Estratto della Tesi di Marco Mariano Egidi

Mostra/Nascondi contenuto.
10 associations 5 statunitensi, forti problemi di liquidità simili a quelli affrontati dalle banche giapponesi e più di recente la crisi dei debiti sovrani che ricordano quelle subite dai paesi dell’America Latina. Nella prima parte del capitolo descriverò le cause più dirette della crisi finanziaria, il cui operare, negli anni dal 2000 al 2007, ha condotto alle condizioni di fragilità che hanno favorito il deflagrare della crisi. Queste cause sono distinte in macroeconomiche, come gli squilibri globali delle bilance commerciali di alcuni paesi e l’adozione di una politica monetaria espansiva; microeconomiche, consistenti nell’esercizio di modelli di business molto aggressivi intrapresi dalle banche; infine cause istituzionali, che sono rappresentate dalle carenze dei sistemi di regolamentazione e vigilanza nazionali. Nella parte centrale del capitolo vado a descrivere il susseguirsi degli eventi, avvalendomi della ripartizione proposta dalla Banca dei Regolamenti internazionali (Bri) nella sua 79ª Relazione annuale 6 , partendo dallo scoppio della bolla immobiliare negli Stati Uniti, fino al recente calo di fiducia sulla sostenibilità del debito pubblico delle nazioni dell’Europa mediterranea. Raccontati gli eventi che caratterizzano le varie fasi, nell’ultima parte del capitolo delineo i principali meccanismi attraverso i quali la crisi, generata negli Stati Uniti all’interno del mercato dei mutui subprime 7 , si è rapidamente diffusa contagiando altri paesi e mercati finanziari. Quindi si accenna ai principali canali di trasmissione della crisi alle economie reali e alle pesanti ricadute che ha avuto sull’occupazione, sugli investimenti e sui consumi. 5 Le Saving and Loans Associations sono banche specializzate nel promuovere l’acquisto di case a condizioni favorevoli. I tassi erano alti ma i mutui trentennali abbattevano la rata e milioni di americani si erano comprati la casa con questo sistema. Sul finire degli anni ‘80, i tassi d’interesse di mercato si alzarono progressivamente, e questo causò problemi alle S&L che vedevano i loro clienti ritirare i risparmi per investirli in prodotti più remunerativi. Le S&L, per riuscire a fornire ai loro depositanti tassi d’interesse di mercato e quindi uscire dal rischio di insolvenza, cercarono rendimenti elevati alternativi, investendo in fabbricati e terreni e contemporaneamente concedendo crediti commerciali facili. Quando il prezzo delle case crollò, moltissime S&L fallirono lasciando buchi per miliardi di dollari. 6 Confrontare www.bis.org/publ/arpdf/ar2009_it. 7 I subprime sono prestiti o mutui erogati a clienti definiti “ad alto rischio”. Sono chiamati prestiti subprime perché a causa delle loro caratteristiche e del maggiore rischio a cui sottopongono il creditore sono definiti di qualità non primaria, ossia inferiore ai debiti primari che rappresentano dei prestiti erogati in favore di soggetti con una storia creditizia e delle garanzie sufficientemente affidabili.
Estratto dalla tesi: L’impatto della crisi sul mercato del lavoro giovanile: come evitare una lost generation?

Estratto dalla tesi:

L’impatto della crisi sul mercato del lavoro giovanile: come evitare una lost generation?

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marco Mariano Egidi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze dell'amministrazione e del governo
  Relatore: Marcello Signorelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 177

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

crisi economica
generazione perduta
disoccupazione giovanile
crisi giovanile
apprendistato , riforma del lavoro
flexicurity, riforma dell'istruzione
neet, generazione neet
disoccupazione italia
crisi globale, debito sovrano
crisi debito europa

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi