Skip to content

Livio Pagello, poeta e accademico olimpico

Estratto della Tesi di Elisa Simonotti

Mostra/Nascondi contenuto.
8 toccano tutti così spesso la gloriosa meta della virtù, ch’a gran pena si conoscono i vinti dai vincitori. Ma dove sono io trato fuori del mio proponemento uscendo? Mi stava dunque intento a rimirare gli Olimpici, i quali con virtuosi essercitii et honeste discipline nodrivano et ricreavano maravigliosamente gli animi loro, et ecco che questi, standosi in tanta felicità, pietosi si fecero incontro al mio desiderio, et quello ch’io non ardiva di sperare essi non si sdegnarono di offrirmi. Questo, Signori, è il fonte onde scaturiscono i chiari ruscelli della mia allegrezza quindi, et da queste radici nasce il debito et il desiderio ch’è in me di ringratiarvi; et perché l’uno et l’altro superano di gran lunga le mie deboli forze, m’affaticherò sempre per mostrarmi in affetto ricordevole et, per quanto potrò, non indegno di tanto beneficio. Ma poi che voi, nobilissimi Academici, standovi in così lodevole otio non sete otiosi, concedete di gratia a questo novo Olimpico, ch’entrando hoggi co ‘l piede anchora infermo in questo glorioso Teatro si esserciti alquanto in lodare l’essercitio, soggetto veramente molto ampio et da molti trattato, onde bastarà a me di toccarne solamente alcune cose quanto potrò più brevemente. Intendendo io dunque di mostrare quanto utile et honorata cosa sia l’essercitio et la industria, farò insieme vedere (poi che dei contrarii è l’istessa ragione) quanto dannoso et infame sia l’otio. Ognun sa, Signori, che l’essercitio è padre et autore della virtù, poi che per le continuate operazioni virtuose s’acquista l’habito, come egli senza dubbio si corrompe per l’otio: et Euripide diceva che la virtù caminava per le fatiche. Ma se vogliamo chiaramente vedere quanta sia l’eccellenza dell’essercitio, scorriamo brevemente per tutte le cose che sono: delle quali non è alcuna che non si esserciti. Et per cominciare da quella ineffabile essenza, che sola è veramente, essendo per se stessa, Iddio omnipotente, credete voi ch’ella sia otiosa? Opera di continuo le sue meraviglie, perché due essendo le attioni divine, interna l’una, et l’altra esterna, con la prima principalissima et incomprensibile, Iddio produce Iddio, et sì come egli è senza principio, et senza fine, così questa attione che in alcun tempo non hebbe principio, non havrà ancho mai fine, perciocché quel fecondo intelletto intendendo continuamente l’essenza sua produce per modo di natura quell’altissimo concetto, che si chiama Verbo Increato, et Sapienza del Padre, il Padre poi, et il Figlio amando questa sua essenza, per modo di volontà spirano quell’amore infinito, che si dice Spirito Santo. Con la seconda, di nulla da principio creò l’universo, et con questa anchora con infinita providenza continuamente mantiene et regge il mondo, et opra in somma tutte quelle cose, che sono fuori di se stesso; et sì come la prima è propria di ciascuna delle divine persone, così questa seconda a tutte tre è commune. Ora vi pare che il grande Iddio stia in otio? Ma veggiamo nelle creature, le quali volse il suo Fattore ch’ad imitazione di se stesso in continuo essercitio si stessero; et per cominciare dalle più nobili, gli Angeli beati, oltra che muovono di continuo le sfere loro, assistono al Trono di sua Divina Maestà, ministrandole sempre, et lodandola incessabilmente; et chi non vede il moto de’ corpi celesti, con che danno
Estratto dalla tesi: Livio Pagello, poeta e accademico olimpico

Estratto dalla tesi:

Livio Pagello, poeta e accademico olimpico

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Elisa Simonotti
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Pavia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filologia moderna
  Relatore: Maria Pia Sacchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 194

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

vicenza
livio pagello
accademia olimpica
elisa simonotti
teatro olimpico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi