Skip to content

Il viaggio di Roland - Un Cavaliere, un Corno, una Torre: l'evoluzione di un Eroe letterario dal Medioevo a Robert Browning fino a Stephen King

Estratto della Tesi di Tiziano Ferracci

Mostra/Nascondi contenuto.
IL VIAGGIO DI ROLAND TESI DI LAUREA IN LINGUE NELLA SOCIETÀ DELL’INFORMAZIONE – A.A. 2013/14 12 invasore dall’identità religiosa altrettanto forte, come quello del popolo arabo. Roland diventa a tutti gli effetti non l’Eroe che l’Europa merita, ma quello di cui ha bisogno. Al fine di rendere più organica questa descrizione, vorrei soffermarmi brevemente su Roland, il suo rapporto con l’olifante 13 e sull’utilizzo che ne fa al momento della morte, già analizzato da numerosi studi critici 14 . Siamo nel punto in cui a Roland viene intimato più volte di suonare il corno per così annunciare al nemico la retroguardia e avvertire Carlo Magno dell’imminente disfatta per mano dei saraceni, ma lui, ostinato, rimanda il suo utilizzo appellandosi all’onore personale, familiare e nazionale. Suonare il corno per la sola richiesta d’aiuto rappresenterebbe, infatti, la sconfitta sul campo e una macchia sull’onore per lui e il suo esercito, da ammettere davanti al nemico e a Dio: «Cumpaign Rollant, kar sunez vostre corn, Si l’orrat Carles, si returnerat l’ost.» Respunt Rollant: «Jo fereie que fols! En dulce France en perdreie mun los» (vv. 1051-54) 15 «Ne placet Deu, » ço li respunt Rollant, « Que ço seit dit [pur] nul hume vivant, Ne pur paien, que ja seie cornant! Ja n’en avrunt reproece mi parent. (vv. 1073-76) Respunt Rollant: « Mis talenz en e[n]graigne. Ne placet Deu ne ses seinz ne ses angles Que ja pur mei perdet sa valur France! Mez voeill murir qu’[a] huntage [remaigne]: Pur ben ferir l’emperere nos aimet. » (vv. 1088-92) «Compagno Orlando, suonate il vostro corno. Carlo l’udrà: coi suoi farà ritorno». Risponde Orlando: «Sarebbe agir da folle: Nella mia Francia io perderei il mio nome». «A Dio non piaccia», così risponde Orlando «che mai si dica che per un uom mortale, per un pagano il corno abbia suonato! I miei parenti mai non ne avranno biasimo». Risponde Orlando: « E cresce la mia brama. Non piaccia a Dio, ai suoi angeli, ai santi, che per me perda il suo valor la Francia! Meglio morir che restar nell’infamia! Se Carlo ci ama, è perché ben colpiamo». A Roland non interessa salvare la sua vita mortale, la sua massima aspirazione è la gloria, terrena e ultraterrena. Il compiacimento a Dio per le sue gesta e le conseguenze che ne trarrà la Francia sono gli unici pensieri che gli stanno a cuore. Sa che dovrà usare il corno nel momento del sacrificio estremo, in modo che il suono sia emblema non di un uomo sconfitto ma di un martire, che ha sacrificato la sua vita sul campo di battaglia in nome di Dio. Non mancano in tutta l’opera i parallelismi tra la figura di Roland e quella di Cristo 16 , il suo sacrificio in nome delle battaglie future, 13 Corno ricavato da zanne d’elefante utilizzato, come strumento musicale o richiamo per le emergenze militari. 14 Ibidem; Eugene Vance, Mervelous Signals: Poetics and Sign Theory in the Middle Ages, Lincoln, NE, University of Nebraska Press, 1986. Pp: 58-59; Robert Rois, The Oliphant and Roland’s Sacrificial Death, Anthropoetics 18, no. 2, Spring 2013. 15 La Chanson de Roland, Publiée d’après le manuscript d’Oxford et traduite par Joseph Bédier de l’Academie Française, Paris, 1920. Traduzione italiana tratta da: Mario Bensi (a cura di e premessa al testo di), Cesare Segre (introduzione e commento critico di), La Chanson de Roland, Trad. di Renzo Lo Cascio, Milano, BUR Classici, 1985, 9^ Ed. 2013. 16 Cesare Segre, Op. Cit., P.20. Non a caso la Chanson de Roland ha alle sue spalle una copiosa produzione agiografica: le vite dei santi venivano elaborate uno svolgimento piuttosto comune, in cui alcuni eventi sono ricorrenti come l’elezione da parte di Dio, prove di fede a cui il santo viene sottoposto, lo sviluppo delle virtù e di poteri soprannaturali.
Estratto dalla tesi: Il viaggio di Roland - Un Cavaliere, un Corno, una Torre: l'evoluzione di un Eroe letterario dal Medioevo a Robert Browning fino a Stephen King

Estratto dalla tesi:

Il viaggio di Roland - Un Cavaliere, un Corno, una Torre: l'evoluzione di un Eroe letterario dal Medioevo a Robert Browning fino a Stephen King

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Tiziano Ferracci
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Facoltà: Lingue nella società dell'informazione
  Corso: Lingue e letterature straniere
  Relatore: Elisabetta Marino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 99

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

shakespeare
stephen king
eroe
torre
browning
roland
nera
dark tower
deschain
chanson

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi