Skip to content

La villa romana del Casale di Piazza Armerina

Estratto della Tesi di Vincenzo Castelli

Mostra/Nascondi contenuto.
11 poco piu’ a nord del lago Disueri 15 . Filosofiana si trova senz’altro in una posizione strategica, ubicata com’e’ a meta’ strada tra Catina e Agrigentum. La posizione della villa rispetto alla mansio lascia supporre che a nord, appunto nella zona in cui essa sorge, si estende la pars dominica del latifondo; del resto il tipo di coltura cui l’area è destinata in antico (alberi da frutto) denuncia questa sua funzione. L’area intorno all’insediamento di Sofiana e’ destinata, invece, al seminativo asciutto, alla cui coltivazione sono dediti i coloni. Entro un raggio di 8 Km da monte Bubbonia (595 mlm), si estende un’area adibita a pascolo ed è questa zona incolta che separa i due latifondi. La villa del Casale è, dunque, la residenza padronale della pars dominica, ma al contempo centro amministrativo di tutto il latifondo. Il confronto con altre importanti ville dell’epoca dimostra chiaramente che la villa di Piazza Armerina non è una residenza di eccezione e che pertanto non è necessario postulare una committenza imperiale. Il signore piuttosto deve essere stato un aristocratico terriero che avra’ ricoperto certamente un ruolo non secondario nel governo della pronvicia. In conseguenza dell’ affermato carattere pubblico della figura del proprietario, nell’ambito della villa vanno nettamente distinti gli ambienti privati dagli ambienti pubblici. Questa duplicita’ di funzioni è un aspetto che concorda pienamente con la sua disorganicita’ planimetrica , da un lato frutto delle concenzioni architettoniche del tempo, dall’altro dovuto piuttosto alla piu’ pratica esigenza di seguire il pendio del terreno. La villa, infatti, non segue un’asse principale, ma presenta una dislocazione a ventaglio dei vari locali , assecondando la naturale conformazione topografica del luogo. Gli ambienti sia pubblici sia privati, presentano una ricca decorazione musiva, ma in quelli pubblici prevale la decorazione marmorea. Molte pareti sono decorate con grandiose pitture, le cui figure spesso sono a grandezza naturale. Lastre marmoree decorano, oltre ai fastosi ambienti pubblici, due cubicoli dell’appartamento padronale, ma anche le terme, dove pero’ il marmo svolge, probabilmente, un compito funzionale. Negli ambienti pubblici si assiste a un vero crescendo di lusso decorativo, che culmina nella grande sala per ricevimenti che domina l’ambulacro. Degno di nota è questo largo impiego del marmo per gli ambienti rappresentativi, consuetudine che si pone in linea con la tradizione romana piu’ aulica. 16 15 Calvisiana si trova sotto i 300 m, Filosofiana tra i 300 e i 500 m; Sofiana sorge su un altipiano sopra i 500 m. La zona e’ oggi destinata in parte alla coltivazione del grano, in parte alla coltivazione del mandorlo. 16 L’imperatore Augusto, quando erige la sua casa sul Palatino, fa decorare gli interni con incrostazioni marmoree.
Estratto dalla tesi: La villa romana del Casale di Piazza Armerina

Estratto dalla tesi:

La villa romana del Casale di Piazza Armerina

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Vincenzo Castelli
  Tipo: Diploma di Laurea
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Operatore dei Beni culturali
  Relatore: Carlo Gasparri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 83

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

archeologia
ville tardo-antiche
storia dell'arte greca e romana
università di napoli federico ii

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi