Skip to content

La Street Art di Blu

Estratto della Tesi di Claudia Bandecchi

Mostra/Nascondi contenuto.
9 operano assieme); si lega perfettamente alla sottocultura hip hop e alla break dance, e nell‟arco di breve tempo fa il suo ingresso ufficiale nelle gallerie d‟arte. Nel 1972 l‟amministrazione newyorkese tentò un‟inutile impresa contro il proliferare dei graffiti, iniziò a ripulire i vagoni dei treni e furono attuate delle leggi anti-graffiti che ebbero come unico effetto un ulteriore sviluppo del writing. Il tira e molla tra autorità e graffitari consacrò l‟arte del writing alla continua evoluzione. È in questo momento di sperimentazione che Hugo Martinez, sociologo del City College di Manhattan, si convinse della possibilità di trasferire la forza del writing dalle strade alle tele. Martinez iniziò a lavorare con un gruppo di writer con cui creò la United Graffiti Artists (UGA), il gruppo inaugurò la prima mostra al City College nel Dicembre del 1972. La United Graffiti Artists si sciolse nel Settembre del ‟75 ma l‟esperienza di questi tre anni aveva comunque creato un precedente molto importante, infatti negli anni successivi molti writer divennero sempre più coscienti del valore artistico dei loro pezzi e puntarono a essere riconosciuti e considerati graffiti artists. Un tentativo di riprendere l‟idea di Martinez fu l‟esperienza iniziata dall‟artista Stefan Eins con la fondazione di Fashion Moda. Eins prese in affitto uno scantinato nel Bronx trasformandolo in un laboratorio di ricerca artistica dedicato esclusivamente al writing. La galleria Fashion Moda divenne un mezzo di comunicazione che univa la strada al resto del mondo artistico. L‟arte e la vita quotidiana si fusero anche in un quartiere degradato come il Bronx e il mondo ufficiale dell‟arte iniziò a cercare in questi luoghi i futuri protagonisti delle gallerie. Sempre più artisti si spostarono a vivere nel Bronx per poter partecipare a questa nuova esperienza artistica. Tra di loro vi era anche John Ahearn che nel marzo del 1977 fondò una coalizione di artisti chiamata CoLab (Collaborative Projects). CoLab realizzò nel 1980 un evento molto significativo, il Real Estate Show, da cui nacque l‟impegno di avvicinare gli artisti ai lavoratori, tentando di rappresentare l‟esperienza, la crudezza e l‟emozione della strada attraverso l‟arte. Fashion Moda era ed è tuttora un‟organizzazione mondiale d‟arte che non vuole essere una galleria, ma «una collezione di scienza, tecnologia, arte e fantasia». 6 . Acquistò un importanza fondamentale nel mondo dell‟arte lanciando writer che furono riconosciuti come artisti a livello internazionale, e sostenendo nomi come Jean-Michel Basquiat e Keith Haring. Il writing era nato indefinibile portando nel mondo la rivolta espressiva degli emarginati ma durante gli anni ‟80 vi fu un miscuglio di tendenze, posizioni e suggestioni che resero lo scenario artistico molto confuso e la trasformazione del writing in Graffiti art non fece altro che ramificare ancora di più l‟indefinibilità del movimento artistico spaccandolo in due parti. Infatti l‟interesse dei critici e delle gallerie americane ed europee verso questi nuovi artisti e le iniziative, come quella di Graffiti Production Inc., mirate a creare un merchandising della graffiti art non erano graditi a tutti. Molti writer fedeli alla vecchia scuola non 6 Stefan Eins, Joe Lewis e William Scott, intervista di T. Lawson, Fashion Moda, “Real Life” Magazine, Marzo 1980. L‟intervista è disponibile on-line all‟indirizzo: http://www.ecn.org/hackerart/visionatotale.php?ID=5153&argomento=Fashion%20Moda&autore=Lawson%20 Thomas, accesso del 19/07/2014.
Estratto dalla tesi: La Street Art di Blu

Estratto dalla tesi:

La Street Art di Blu

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Claudia Bandecchi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: DIPARTIMENTO DI CIVILTA’ E FORME DEL SAPERE
  Corso: Storia e Forme delle Arti Visive, dello Spettacolo e dei Nuovi Media.
  Relatore: Sergio Cortesini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 138

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
redazio[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

blu
fumetti
sottocultura
stop-motion
street art
writing writers
murales murali
megunica
simboli capitalismo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi