Skip to content

Appropriatezza clinica, organizzativa e prescrittiva farmacologica - Studio osservazionale

Estratto della Tesi di Luigino Menegatti

Mostra/Nascondi contenuto.
6  Se un paziente si presenta dal m edico con una particolare serie di sintom i o segni, dopo un’accurata anamnesi, a questo p aziente, vero similmente, vengono prescritti uno o più test diagnostici. Se, per sem plicità si assume che venga prescritto un solo test esso produrrà due possibili risultati «A» e «B». Se il risultato sarà «A», potrebbero venire scelti due possibili trattamenti alternativi («X» o «Y»). Se invece il risultato del test sarà «B», potrebbero essere offerti altri due possibili trattamenti alternativi («Y» o «Z»). Ciascuno di questi tre trattamenti potrà avere un esito positivo ed un esito negativo, ognuno avente una sua propria probabilità di occorrenza. Il problema clinico può quindi essere così riassunto: «dato il risultato del test, qual è il trattamento da offrire a quel particolare paziente?». La figura 1.2. riporta le rispettive probabilità dell’uno o dell’altro risultato del test A e B, e le probabilità di ottenere un determinato esito come conseguenza di un determinato trattamento. Lo schema analitico fornisce anche un indicatore quantitativo del guadagno in termini di salute associato a ciascun risultato. Per rimanere nell’ambito di concetti sem plici, questo guadagno può essere pensato in term ini di anni di vita in più, ma sarebbe meglio poter disporre di una misura più raffinata quale, per esempio, gli anni di vita aggiustati per qualità, o di una qualche altra misura di beneficio più soddisfacente. Se moltiplichiamo questi guadagn i in term ini di salute per la probab ilità di occo rrenza di ciascun risultato, arriviamo a disporre di un guadagno di salute atteso che, sommato per ciascun trattamento (cioè tenendo conto sia degli esiti positivi s ia degli e siti negativi di ciasc un trattamento) ci darà una misura del beneficio atteso da quello specifico trattamento. Confrontando le possibili alternative di trattamento, vediamo dallo schem a che se il test dà come risultato «A» sarà il trattamento «Y» ad offrire un maggiore guadagno di salute rispetto al trattamento «X». Da ciò dovrebbe conseguire ch e «Y» va considerato il trattam ento di scelta. Un analogo ragionamento ci porter à a concludere che il trattam e nto «Z» dovrebbe inv ece essere preferito qualora il risultato del test fosse «B». Questo tipo di analisi ha, tuttavia, un punto debole. Non presta alcuna attenzione al problema dei costi del trattamento e si limita a valutare l’impatto del trattam ento in term ini di efficaci a clinica. Da tale punto di vista, n on deve sorprendere che gli amministratori nutrano forte avversione per linee-guida di questo tipo. Anche per un clinico è da irresponsabile prendere sempre e comunque decisioni solo sulla base di considerazioni di efficacia clinica. Solo se tiene esplicitamente conto delle conseguenze delle sue decisioni (per esempio, l’uso di un letto di ospedale o di una cam era operatoria o di un farmaco molto costoso) sull’uso delle risorse sia per i pazienti attuali che per quelli futuri può considerarsi un operatore sanitario responsabile. Per riparare alla debo lezza intrinseca di un approccio basato solo s ulla valutazione di e fficacia è utile incorporare nell’analisi qualche considerazione sui costi.
Estratto dalla tesi: Appropriatezza clinica, organizzativa e prescrittiva farmacologica - Studio osservazionale

Estratto dalla tesi:

Appropriatezza clinica, organizzativa e prescrittiva farmacologica - Studio osservazionale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Luigino Menegatti
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: SCIENZE DELLE PROFESSIONI SANITARIE TECNICHE DIAGNOSTICHE
  Relatore: Luciana  Bonfante
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 72

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

inibitori di pompa protonica
evidence-based medicine
agenzia italiana del farmaco
good clinical practice
diagnosis related group
comitati etici per la sperimentazione clinica
sovradiagnosi
bias pubblicazione risultati trials clinici
trials clinici
medicina basata sulle prove di efficacia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi