Skip to content

La Martora nel SIC “Monte Malbe” in relazione alla comunità dei Mesocarnivori

Estratto della Tesi di Marco Praga

Mostra/Nascondi contenuto.
2.2 Componente vegetazionale L'aspetto saliente del sito è dato dal poter essere considerato come punto d'incrocio di diverse influenze bioclimatiche 10 . Le leccete, che rivestono il versante meridionale, rappresentano infatti un esempio di vegetazione mista di sclerofille sempreverdi e caducifoglie, che testimonia la transizione fra la vegetazione del Quercion ilicis e quella del Quercion pubescenti-petraeae. Analogamente le cerrete più termofile dell'Erico-Quercetum cerris, costituiscono uno dei punti più interni ed orientali dell'associazione; mentre, sui versanti settentrionali sono presenti boschi dello Scutellario-Ostryetum, prossimi al limite orientale di distribuzione appenninica. Tra le entità floristiche, oltre alle specie endemiche, sono state segnalate Dracunculus vulgaris, Ulex europaeus e Genista germanica poiché rare a livello regionale; Calluna vulgaris 11 , in quanto di particolare interesse fitogeografico. Di seguito vengono elencati gli habitat di interesse comunitario identificati all’interno del SIC: – Habitat 4030 Lande secche europee – Copertura 1.45 ha; – Habitat 5210 Matorral arborescenti di Juniperus spp. – Copertura 1.45 ha; – Habitat 6210 Formazioni erbose secche seminaturali e facies coperte da cespugli su substrato calcareo (Festuco-Brometalia) (*stupenda fioritura di orchidee) – Copertura 4.34 ha; – Habitat 91L0 Foreste illiriche di querce e carpino bianco (Erythronio-Carpinion betuli) Copertura 1.45 ha; – Habitat 91M0 Foreste pannonico-balcaniche di cerro e rovere – Copertura 130.23 ha; – Habitat 9260 Foreste di Castanea sativa – Copertura 49.2 ha; – Habitat 9340 Foreste di Quercus ilex e Quercus rotundifolia – Copertura 680.09 ha. 10 Insieme di fattori climatici aventi un'incidenza sugli organismi viventi. 11 Il genere Calluna che comprende attualmente una sola specie, ovvero il brugo (Calluna vulgaris), faceva parte del genere Erica ma è stato separato; si distingue da quest'ultimo perché ha foglie più piccole (inferiori a 2-3 mm) e la corolla e il calice divisi in quattro parti (tetramero e non pentamero come l’Erica). Spesso comunque le due piante vengono confuse: infatti il brugo a volte è chiamato anche falsa erica, o erica selvatica o ancora più impropriamente erica. In Italia scende fino all’Umbria, alla bassa Toscana e all’alto Lazio. 8
Estratto dalla tesi: La Martora nel SIC “Monte Malbe”  in relazione alla comunità dei Mesocarnivori

Estratto dalla tesi:

La Martora nel SIC “Monte Malbe” in relazione alla comunità dei Mesocarnivori

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marco Praga
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze e Tecnologie Naturalistiche e Ambientali
  Relatore: Bernardino Ragni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 74

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

volpe
martora
martes martes
monte malbe
scoiattolo grigio
sciurus carolinensis
faina
martes foina

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi