Skip to content

I fabbisogni standard nell'impianto del federalismo fiscale e nella spending review

Estratto della Tesi di Angelica Castrucci

Mostra/Nascondi contenuto.
preferenze. Ne consegue un maggior rispetto delle stesse . 
 6 Se si tiene in considerazione la vicinanza del rapporto tra eletti ed elettori, le maggio- ri imposte eventualmente pagate in uno stato federato o in una comunità locale non costituiscono necessariamente una maggiore e ingiustificata pressione tributaria, ma rappresentano il corrispettivo liberamente scelto di una maggiore o più qualificata dotazione di servizi pubblici . 
 7 La teoria del federalismo fiscale fa quindi un grande passo in avanti: il nuovo obiet- tivo diventa quello di garantire a livello locale un bilanciamento tra il costo della tas- sazione e i benefici che il cittadino della singola giurisdizione traggono dall’accesso ai servizi pubblici. Il bilanciamento giustifica e permette di accettare la diversità nel- la composizione della spesa e dei livelli di tassazione nelle diverse giurisdizioni de- centrate. Pertanto, in questi termini, il federalismo fiscale diventa una bandiera per la diversità: se al cittadino vengono restituiti servizi pubblici che generano corrispon- denti benefici, allora il governo federale non ha più il problema di preoccuparsi dei differenziali di prelievo sui cittadini, perché sa che a livello locale c’è un bilancia- mento tra il costo della tassazione e i benefici che il cittadino della singola giurisdi- zione trae dall’accesso ai servizi pubblici; gli Stati Federati possono scegliere libe- ramente la combinazione di consumi pubblici e consumi privati spostando, attraverso M.  VILLANI  -­‐  E.  GALLI,  Contabilità  di  stato  e  finanza  decentrata,  Teorie  e  sviluppi  recen,  Roma,   6 Aracne,  2012,  28  ss..   Già nel pensiero di Alexis de Tocqueville e dei padri fondatori della de- mocrazia americana Jefferson e Madison, si evidenza che una struttura a più livelli di go- verno possa stimolare la concorrenza fra le istituzioni grazie ad un rapporto più diretto tra la classe politica e l’elettorato. Anche secondo la teoria sociologica dell’organizzazione, la capacità del governo centrale appare limitata, per cui la presenza di una mul-­‐level-­‐gover -­‐ nance   sembra essere una via obbligata per rendere accettabili i livelli di efficienza ammini- strativa. La piccola dimensione del governo locale facilita il raggiungimento di livelli di efficienza amministrativa in quanto la catena del comando è più corta, le decisioni prese al vertice sono trasmissibili alla base in modo più facile e trasparente, il rapporto tra elet- ti ed elettori è più vicino e maggiore il controllo. Inoltre, l’esistenza di una pluralità di giurisdizioni aumenta la possibilità di sperimentare e innovare nella fornitura di beni pub- blici e, più in generale, nelle politiche svolte. Gli elettori confrontano le politiche realiz- zate dalle giurisdizioni locali e utilizzano queste valutazioni al momento del voto. Infine, le teorie tradizionali del federalismo fiscale si fondano sull’idea che tale sistema assicura un’allocazione più efficiente delle risorse nel settore pubblico per la fornitura di beni e servizi il cui consumo è limitato territorialmente ai residenti.  P.  GIARDA,  La  favola  del  federalismo  fiscale,  op.  cit.,  14 . 7 17
Estratto dalla tesi: I fabbisogni standard nell'impianto del federalismo fiscale e nella spending review

Estratto dalla tesi:

I fabbisogni standard nell'impianto del federalismo fiscale e nella spending review

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Angelica Castrucci
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze delle pubbliche amministrazioni
  Relatore: Beniamino Caravita di Toritto
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 272

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

federalismo fiscale
costi standard
titolo v costituzione
finanza derivata
città metropolitane
capacità fiscale
fabbisogni standard
spending review
funzioni enti locali
manovre finanziarie

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi