Skip to content

La saga di Harry Potter: fabula, trame allegoriche e la rilevanza di The Deathly Hallows

Estratto della Tesi di Ottavia Ghelardoni

Mostra/Nascondi contenuto.
9 cosa. In Harry Potter and the Deathly Hallows, lo stesso Grindelwald 22 si rifiuta di rivelargli informazioni preziose circa uno dei Doni della Morte, la Bacchetta di Sambuco, di cui era stato proprietario in passato; e per questo perde la vita. In Harry Potter and the Order of the Phoenix, Voldemort si rivolge a Silente, durante il loro scontro al Ministero della Magia, dicendogli che “Niente è peggiore della morte” 23 . Nella trasposizione cinematografica del quinto libro, Harry viene posseduto da Lord Voldemort, che intende sconvolgergli la mente, ma Harry riesce a opporsi a questa tremenda intrusione con la forza dei ricordi positivi delle sue esperienze affettive: vediamo infatti un abbraccio con Sirius, delle risate con Ron e Hermione e la vista dei suoi genitori nello Specchio delle Brame 24 . Dopo queste citazioni dei vari libri della saga, è utile ricollegarsi alle parole della lettera del Cardinale Ratzinger, del 7 marzo 2003, in cui si parlò di “sottili seduzioni” che si annidano nella storia fantastica della Rowling e che impediscono ai giovani di consolidare il giusto rapporto con Dio, quando questo è sempre in fase di configurazione. Non sappiamo se l’autrice britannica volesse scrivere in modo da esaltare i principi ed i valori cristiani, ma quel che è risultato chiaro ed evidente è la volontà di condividere un’esperienza di rituali di passaggio, confronti con minacce oscure e vittorie morali. Non vengono promossi comportamenti ambigui, malefici e perversi. Anzi, alla fine, essi sono sempre puniti e repressi, lasciando il giusto spazio a comportamenti degni di rispetto e ammirazione: primo tra tutti, il sacrificio d’amore con cui Lily Potter salva la vita di Harry, donando la propria 25 . 22 Il mago oscuro che era stato sconfitto da Silente molti anni prima, e rinchiuso nella stessa prigione che egli aveva costruito per i suoi nemici, “Nurmengard”. 23 J.K. Rowling, Harry Potter and the Order of the Phoenix, Bloomsbury, London 2010 (2003), p.895. Silente risponde a Voldemort: “Indeed, your failure to understand that there are things worse than death has always been your greatest weakness”. 24 Un oggetto di cui Harry scopre l’esistenza in Harry Potter and the Philosopher’s Stone, e che ha la capacità di mostrare i più profondi e tormentati desideri della persona che vi si rimira. Harry, non avendo mai conosciuto i suoi genitori, li vede accanto a sé mentre guarda l’oggetto stesso. 25 J.K. Rowling, Harry Potter and the Philosopher’s Stone, cit., pp.321-322: “Your mother died to save you. If there is one thing Voldemort cannot understand, it is love. He didn't realize that love as powerful as your mother's for you leaves its own mark. Not a scar, no visible sign... to have been loved so deeply, even though the person who loved us is gone, will give us some protection forever. It is in your very skin. Quirrell, full of hatred, greed, and ambition, sharing his soul with Voldemort, could not touch you for this reason. It was agony to touch a person marked by something so good."
Estratto dalla tesi: La saga di Harry Potter: fabula, trame allegoriche e la rilevanza di The Deathly Hallows

Estratto dalla tesi:

La saga di Harry Potter: fabula, trame allegoriche e la rilevanza di The Deathly Hallows

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Ottavia Ghelardoni
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e culture moderne
  Relatore: Laura Giovannelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 87

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

chiesa
morte
traduzione
harry potter
j.k. rowling
letteratura inglese contemporanea
deathly hallows lectures
doni della morte
john granger

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi