Skip to content

I lavoratori a contratto privato 'puro' nella Pubblica Amministrazione: il caso dei dipendenti INAIL a contratto metalmeccanico.

Estratto della Tesi di Diego Piergrossi

Mostra/Nascondi contenuto.
PIERGROSSI D. “I lavoratori a contratto privato ‘puro’ nella pubblica amministrazione: il caso dei dipendenti INAIL a contratto metalmeccanico. Roma, Anno Accademico 2005-2006. Relatore: Prof. Avv. V. TENORE. 63 integrazioni ritenute necessarie ed opportune in relazione alla peculiarità della attività svolta presso il Centro Protesi di Vigorso di Budrio. In tale occasione saranno altresì verificate le misure del “Superminimo collettivo di categoria” per gli eventuali adeguamenti; inoltre con la contrattazione integrativa aziendale verranno fissati gli obiettivi al cui raggiungimento è condizionata la corresponsione di incrementi del “salario di produttività” di cui all’art. 26. ** * Dal 7 luglio 1999 il nuovo CCLNM FEDERMECCANICA ha assorbito il CCLNM INTERSIND** 3° comma modificato ai sensi della delibera commissariale n. 193 del 18 maggio 1994. ARTICOLO 2 Assunzioni – Inquadramento Le assunzioni dei lavoratori sono effettuate tramite l’Ufficio di Collocamento, in conformità delle norme di legge. I lavoratori sono inquadrati sulla base di un unico sistema di classificazione, articolato su otto categorie professionali. Dal 7 luglio 1999 data di assorbimento del CCNLM INTERSIND nel CCNLM FEDERMECCANICA, vengono mantenute le categorie in essere, pertanto: FEDERMECCANICA TABULATO AZIENDALE PARAMETRI 1° 1° 100 2° 2° 117 3° 3° 138 4° 4° 146 5° 5° 160 5° super 6° 177 6° 7° 195 7° 8° 218 Per l’inquadramento nella categoria “quadri” si rimanda allo specifico accordo aziendale che prevede “quadri A” e “quadri B” (PARAMETRI 243-268). (Vedi allegato 1) L’inquadramento dei lavoratori viene effettuato secondo i profili professionali di cui alla tabella allegato 1. In occasione di assunzioni a tempo indeterminato, o , con C.F.L. ,saranno oggetto di valutazione esperienze lavorative maturate in particolare al Centro Protesi ARTICOLO 3 Periodo di prova Il periodo di prova ha la seguente durata: − 15 giorni lavorativi per la 2^ categoria; − 20 giorni lavorativi per la 3^, 4^ e 5^ categoria; − 90 giorni lavorativi per le altre categorie. Nel corso del periodo di prova la risoluzione del rapporto di lavoro può avere luogo in qualsiasi momento ad iniziativa di ciascuna delle parti, senza obbligo né di preavviso né di indennità. Nel caso in cui il periodo di prova venga interrotto per causa di malattia o di infortunio, il lavoratore sarà ammesso a completare il periodo di prova stesso, qualora sia in grado di riprendere il servizio entro 45 giorni. Di norma, durante il periodo di prova, l’orario di lavoro è fissato dalle 8,00/17,00, senza possibilità di flessibilità, salvo casi autorizzati. ARTICOLO 4 Orario di lavoro La durata dell’orario settimanale di lavoro è fissata per tutti i lavoratori in ore 40. Ferma restando la predetta durata dell’orario normale contrattuale settimanale, è riconosciuta una riduzione di 56 ore retribuite in ragione d’anno di servizio ed in misura proporzionalmente ridotta per le frazioni d’anno. Oltre alle suindicate riduzioni d’orario, verrà riconosciuto un gruppo di 8 ore retribuite annue a decorrere dal 1° ottobre 1993 ed un ulteriore gruppo di 8 ore retribuite annue a decorrere dal 1° aprile 1994, l’uno e l’altro da computare in ragione d’anno di servizio ed in misura proporzionalmente ridotta per le frazioni d’anno.
Estratto dalla tesi: I lavoratori a contratto privato 'puro' nella Pubblica Amministrazione: il caso dei dipendenti INAIL a contratto metalmeccanico.

Estratto dalla tesi:

I lavoratori a contratto privato 'puro' nella Pubblica Amministrazione: il caso dei dipendenti INAIL a contratto metalmeccanico.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Diego Piergrossi
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master in Diritto del Lavoro nelle Amministrazioni Pubbliche e sulla Gestione del Personale
Anno: 2006
Docente/Relatore: Vito Tenore
Istituito da: Scuola Superiore di Amministrazione Pubblica e degli Enti Locali (CEIDA-Roma)
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 93

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

inail
impiego pubblico
centro protesi
blocco contratti
contratto metalmeccanici
italian labour law

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi