Skip to content

Obiezione di coscienza e procreazione responsabile

Estratto della Tesi di Stefania Flore

Mostra/Nascondi contenuto.
Al di là di quanto sopra rilevato, gli elementi necessari per la validità del consenso coincidono. Entrambe le tipologie di consenso, sono intrinsecamente legate alla libertà di autodeterminazione, il cui fondamento è individuato dalla dottrina negli articoli 2 e 13 della Carta Fondamentale 42 . Il termine “autodeterminazione”, tuttavia, non compare in Costituzione, dunque la nozione va ricavata dal linguaggio corrente e dalla giurisprudenza, come diritto di poter determinare autonomamente e consapevolmente le proprie scelte -senza condizionamenti statali-, anche in quanto espressione delle proprie convinzioni etiche, religiose, culturali e filosofiche, quali estrinsecazioni della propria identità. 43 Essendo un diritto di libertà, i limiti andranno individuati di volta in volta, in relazione ai contrapposti interessi con cui confliggerà nel caso concreto. Per quanto riguarda ora specificamente il consenso informato, esso è disciplinato in varie fonti, sia nazionali 44 che internazionali 45 , mentre la giurisprudenza ormai consolidata ne individua il fondamento negli articoli 2, 13 e 32 Cost 46 e ne individua il contenuto nella <> secondo un'impostazione della relazione medico-malato basata sulla libera disponibilità del bene salute da parte del paziente in possesso delle capacità intellettive e volitive, e conformemente a Costituzione, <> 47 . Chiarito il fondamento costituzionale, si tratta ora di analizzare i requisiti di validità del consenso, e le sue altre caratteristiche (in analogia a quelle richieste ex art 50cp). Il consenso, per essere validamente prestato, dev'essere innanzitutto attuale (perciò può essere revocato in ogni momento fino all'immediatezza dell'esecuzione della prestazione) e può essere prestato liberamente, senza vincoli di forma; sono ammissibili l'apposizione di condizione e termine 48 ; è inammissibile la ratifica del consenso invalidamente prestato o la ritrattazione, a prestazione eseguita, del consenso validamente dichiarato 49 ; infine, dubbi vi sono circa la configurabilità del consenso presupposto 50 . 42 Vedi G. FERRANDO, Libertà, responsabilità e procreazione, 13, e G. ROLLA, Il sistema costituzionale italiano, Milano, 2011, 233 e S. TORDINI CAGLI, Principio di autodeterminazione e consenso dell'avente diritto, Bologna, 2008, pag. 89 e 97 dove slega l'autodeterminazione dall'art. 32, poiché autonomo e anche confliggibile con esso, (ed in particolare riconduce all'art. 13 Cost una doppia valenza come autodeterminazione fisica e psichica, usando una suggestiva espressione della sua duplice valenza come "habeas corupus" e "habeas mentem"). Non si può infatti confondere il fondamento di un generale diritto all'autodeterminazione, con quello concernente l'autodeterminazione terapeutica (Cass. 21748/2007, in leggiditaliaprofessionale.it). 43 G. MARNI, Il consenso, in S. RODOTÀ – M. TALLACHINI, Ambito e fonti del biodiritto, in Trattato di biodiritto, diretto da S. Rodotà, P. Zatti, VI, Milano, 2011, pag. 362 44 Art. 33 l 833/1978, oltre che specificamente le diverse leggi sui vari trattamenti sanitari (es. 194/1978 e 40/2004) e, sebbene non sia fonte del diritto, artt 33-38 Cod. Deont. Med. 2006 (che se ne interessa anche in altri articoli). 45 Carta di Nizza art 3, e artt 5-9 Conv. Oviedo 1997, salvo quanto precedentemente detto sul suo valore a pag. 7 46 Da ultimo Cass 21748/2007 e 1071/2009 (in leggiditaliaprofessionale.it) 47 Nell'ordine di citazione, Cass. Pen. ss.uu. 14 Marzo 2008 n° 11335, e Cass. 21748/2007, in altalex.com 48 L. LOGUERCIO, Op. cit., pag.59 enuncia tali caratteristiche con riferimento al consenso ex art 50cp, ma se ne può dedurre l'estensibilità al consenso informato di cui alla presente discussione. Possiamo addurre l'es. di un paziente che, dovendo sottoporsi ad un'operazione sotto anestesia relativa ad un carcinoma di cui è ignota la portata della metastasi, dia consenso condizionato alla non amputazione degli arti, preferendo in tal caso vivere meno, ma senza tali menomazioni. 49 L. LOGUERCIO, Op. cit., pag. 59 : idem come sopra, anche qui si deve ritenere estensibile anche all'ipotesi considerata, essendo il consenso informato -alla stessa stregua del consenso ex art 50cp, condizione di liceità dell'attività, e dovendosi altrimenti considerarsi ammissibile il mutamento del fatto lecito in criminoso o la rivalutazione di un illecito in base ad una dichiarazione privata (ciò che è contrario alla cogenza del diritto penale). 50 Pacificamente ammesso per il consenso ex art 50cp, non è pacificamente ammessa per il consenso informato: da ultimo se n'è occupata indirettamente Cass. ss.uu. 21/01/2009 n°2437 (in leggiditaliaprofessionale.it), che ha trattato il caso di una paziente che, dopo aver acconsentito alla laparoscopia, ha subito anche l'asportazione della tuba, per 13
Estratto dalla tesi: Obiezione di coscienza e procreazione responsabile

Estratto dalla tesi:

Obiezione di coscienza e procreazione responsabile

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Stefania Flore
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Valeria Caredda
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 98

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

famiglia
procreazione assistita
diritto di famiglia
coscienza
obiezione di coscienza
aborto
ivg
interruzione gravidanza
pma
obiezione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi