Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La riabilitazione psichiatrica: nuovo concetto di recovery

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Sociali

Autore: Denise Cian Contatta »

Composta da 77 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3302 click dal 14/07/2016.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Denise Cian

Mostra/Nascondi contenuto.
16 Questa legge creò sicuramente molto scompiglio all'interno del modo psichiatrico italiano, sia nella sua attuazione concreta, che risultò molto complessa, sia per le numerose critiche che le sono state mosse a causa della delle sue linee operative considerate insufficienti ed eccessivamente vaghe.  Psichiatria dal 2000 ad oggi La situazione della psichiatria odierna è rappresentata sicuramente da una maggiore propensione all'ascolto dei bisogni e delle esigenze del malato, il quale non è più rinchiuso “dietro le sbarre” ma ha al suo fianco una molteplicità di servizi che lo assistono; CSM, Centro diurno, Comunità che gli offrono la possibilità di allontanarsi temporaneamente dal proprio ambiente d'origine, o nelle fasi più acute il Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura (SPDC). Questi sviluppi non coincidono necessariamente con un cambiamento di mentalità anche nel pensiero comune che la gente ha nei confronti di una persona che soffre di disturbi psichiatrici, a cui viene ancora attribuita un etichetta che lo isolerà dagli altri. Questo concetto di isolamento e di paura vale ancora di più di fronte alle persone con un disturbo mentale che si sono rese colpevoli di reati punibili penalmente. Gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari (OPG) esistevano in Italia già verso la fine dell'800, sotto un'altra dicitura, Manicomi Criminali, in cui venivano inseriti detenuti con patologie psichiatriche che erano difficilmente gestibili in carcere. La legge 180/1978, descritta nel paragrafo precedente, ha avuto delle ripercussioni “problematiche” sugli OPG, perché, da un lato queste strutture non sono state prese in considerazione dalla stessa, che non prevedeva disposizioni per i pazienti autori di reato. La chiusura degli Ospedali Psichiatrici inoltre, causò l'impossibilità di inserire in questi contesti i
Estratto dalla tesi: La riabilitazione psichiatrica: nuovo concetto di recovery