Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Big Data & Business Analytics, il nuovo motore del successo competitivo

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Matteo Zini Contatta »

Composta da 40 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7657 click dal 25/07/2016.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Matteo Zini

Mostra/Nascondi contenuto.
8 Per esempio Twitter ha stipulato un accordo con due società commerciali allo scopo di vendere loro i dati; questo perché attraverso l’analisi dei tweet, con particolari tecniche è possibile ottenere dei feedback riguardo alle campagne di marketing 15 . Vi è poi una terza categoria di dati, quelli semi-strutturati, che presentano talune caratteristiche dei dati strutturati e altre dei dati non strutturati e perciò possono essere organizzati anche nei database relazionali 16 . Da quanto detto fino a ora si evince che l’importanza dei dati non è soltanto nella loro quantità ma anche nel loro valore. E il valore di un dato è rappresentato da tutti i possibili utilizzi che se ne possono fare, sia primari sia futuri, poiché essi una volta sfruttati non si esauriscono, ma al contrario possono essere riprocessati all’infinito 17 , anche per scopi del tutto differenti. Ecco perché inizialmente li abbiamo considerati come una materia prima. Possiamo perfino rappresentare una relativa catena del valore, composta da tre pilastri fondamentali: i dati, le competenze e le idee. Abbiamo aziende che possiedono i dati e che possono accedervi, ma che non hanno le competenze adatte per sfruttarli o magari più semplicemente il loro business non è incentrato su di essi, aziende che hanno le competenze necessarie (cd. Data Specialists 18 ) ma che non hanno a disposizione i dati e la giusta creatività per metterli a frutto e infine aziende che hanno la mentalità focalizzata all’utilizzo dei dati per il proprio successo. Senza dubbio l’elemento a maggior valore è rappresentato dai dati in sé, in quanto base da cui partire, rendendo così le imprese della prima categoria maggiormente avvantaggiate. Tuttavia la soluzione ideale sarebbe riunire al proprio interno queste tre componenti. Per questo motivo le aziende detentrici di dati oggi cercano di introdurvi le figure con le competenze distintive e quelle con una vision orientata alla nuova 15 Mayer-Schönberger-Cukier, BIG DATA. Una rivoluzione che trasformerà il nostro modo di vivere e già minaccia la nostra libertà, Garzanti Libri, 2013, p. 128. 16 https://www.bucap.it/news/approfondimenti-tematici/digitalizzazione-documenti/dati-strutturati- semi-non-strutturati.htm , consultato il 13/04/16. 17 Mayer-Schönberger-Cukier, BIG DATA. Una rivoluzione che trasformerà il nostro modo di vivere e già minaccia la nostra libertà, Garzanti Libri, 2013, p. 139. 18 Mayer-Schönberger-Cukier, BIG DATA. Una rivoluzione che trasformerà il nostro modo di vivere e già minaccia la nostra libertà, Garzanti Libri, 2013, p. 173.
Estratto dalla tesi: Big Data & Business Analytics, il nuovo motore del successo competitivo